Cina, stretta sui videogame online: massimo 3 ore a settimana per i minori

I minori in Cina potranno giocare solo per un'ora al giorno per un massimo di 3 ore settimanali

MeteoWeb

Stretta sui videogame online per i minori in Cina: potranno giocare solo per un’ora al giorno, dalle 20 alle 21 da venerdì a domenica, per un massimo di 3 ore settimanali.
La National Press and Publication Administration ha notificato la misura “per un’efficace prevenzione della dipendenza dei minori dai giochi online” allo scopo di gestire il problema dell’uso eccessivo da parte dei minori di giochi online. In questo modo, “sarà protetta più efficacemente la salute fisica e mentale dei minori“.
Alle amministrazioni della stampa e dell’editoria è stato chiesto di rafforzare “la supervisione e l’ispezione dell’attuazione delle misure pertinenti per impedire ai minori di dedicarsi ai giochi online e di trattare con le società di videogame che non le hanno attuate rigorosamente in conformità con le leggi e i regolamenti“. La stretta è nata dalla necessità di “guidare attivamente le famiglie, le scuole e gli altri settori sociali per co-amministrare a governare e adempiere alla responsabilità della tutela minorile in conformità con la legge e creare per loro un buon ambiente di crescita sana“.

Le nuove restrizioni vanno a colpire direttamente alcuni giganti, come Tencent e NetEase: la maggior parte del fatturato di entrambe le società deriva proprio dal business dei videogiochi. Alla borsa di Hong Kong, i titoli hanno scontato la decisione della National Press and Publication Administration: NetEase, quotata a Wall Street come Tencent, cede il 3%, dopo aver perso il 4%. Tencent azzera invece le perdite iniziali, dopo aver ceduto più del 3%.