Due persone morte in Giappone dopo aver ricevuto dosi contaminate del vaccino Moderna

Agenti contaminanti in alcune fiale di vaccino Moderna: l'ammissione dell'azienda distributrice. In Giappone sono morti due uomini di circa 30 anni

MeteoWeb

Sono due le persone morte in Giappone dopo aver ricevuto dosi del vaccino anti-Covid Moderna provenienti da un lotto che, si è saputo solo in seguito, conteneva agenti contaminanti. Il lotto in questione è stato sospeso. Lo ha reso noto oggi il ministero della Sanità di Tokyo. Le due persone decedute sono due uomini sui trent’anni. Il decesso è avvenuto a pochi giorni dalla somministrazione della seconda dose del vaccino. Le cause della morte sono tuttavia ancora da accertare.

Il 26 agosto scorso il Giappone ha sospeso l’uso di 1,63 milioni di dosi Moderna consegnate a ben 863 centri vaccinali in tutto il Paese. L’azienda che si era occupata della distribuzione, Takeda Pharmaceutical, aveva ammesso di aver ricevuto notizia della presenza di agenti contaminanti in alcune fiale. Il governo giapponese e la stessa Moderna hanno fatto sapere di non aver identificato alcun problema di sicurezza o di efficacia nei vaccini e hanno spiegato che la sospensione era da considerare una misura precauzionale. Gli agenti contaminanti, secondo l’emittente pubblica giapponese “Nhk“, sarebbero “particelle metalliche“.