Grecia stretta nella morsa del caldo e degli incendi, le fiamme avanzano nel Peloponneso: aumenta il bilancio dei feriti, evacuazioni e case distrutte

Così come il Sud Italia, anche i Balcani sono stretti nella morsa del caldo africano, che in Grecia sta portando temperature roventi

MeteoWeb

Sono salite a 8 le persone rimaste ferite a cause del vasto incendio boschivo che divampa da ieri nel nordovest del Peloponneso, nel sud della Grecia, nei pressi di Patrasso.
Decine di case sono state distrutte e 5 centri abitati sono stati evacuati. Sul posto e al lavoro quasi 300 vigili del fuoco, con 77 camion, 2 aerei antincendio e 5 elicotteri.
Almeno 16 persone sono state ricoverate in ospedale nella penisola del Peloponneso a causa di problemi respiratori, mentre numerose abitazioni nella cittadina di Egion sono state distrutte dalle fiamme.

Così come il Sud Italia, anche i Balcani sono stretti nella morsa del caldo africano, che in Grecia sta portando temperature roventi: le temperature oscillano tra i +42°C e i +44°C, ma si potrebbero raggiungere i +45°C nei prossimi giorni.
I valori rimarranno molto elevati per tutta la prossima settimana e anche di notte ci saranno temperature minime molto elevate, sopra i +30°C. L’ondata di caldo dovrebbe raggiungere il picco lunedì o martedì.