Incendi in Aspromonte, la protezione civile risponde al Parco: “in azione 6 mezzi aerei dello Stato, stiamo facendo tutto il possibile ma ci sono anche altri roghi gravi”

L'Aspromonte brucia mentre la Protezione Civile sta facendo fronte a numerosi incendi che si stanno propagando su tutto il territorio nazionale

MeteoWeb

In merito alla situazione degli incendi che stanno interessando il Parco Nazionale dell’Aspromonte è necessario riportare alcune precisazioni sull’intervento dei mezzi aerei.

Sin dalle prime ore di questa mattina, sul fronte divampato a nord del Parco, nell’area del comune di San Luca, stanno operando in rotazione tre canadair, un elicottero regionale, tre squadre regionali più ulteriori due squadre di volontariato delle organizzazioni nazionali intervenute da fuori regione, mentre sul fronte nel territorio del comune di Roccaforte del Greco, due canadair ed un elicottero S-64 dei Vigili del Fuoco, a supporto di sette squadre dell’Ente regionale, Calabria Verde e di tre squadre delle Associazioni Nazionali di Volontariato, dispiegate in Calabria a seguito dello stato di mobilitazione nazionale del Sistema di Protezione Civile.

Si precisa, inoltre, che gli incendi in atto sull’Aspromonte sono solo due dei 22 che da questa mattina, hanno richiesto, su tutto il territorio nazionale, il concorso dei mezzi della flotta aerea dello Stato.

Il Dipartimento della Protezione Civile sta seguendo, in stretto contatto con i referenti regionali e col Presidente del Parco Nazionale, tutte le attività portate avanti per contenere la propagazione delle fiamme e mettere in sicurezza il territorio, attività che proseguiranno finché le condizioni di luce consentiranno l’operatività dei mezzi aerei di operare.

Il Capo del Dipartimento Fabrizio Curcio e il Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, hanno avuto, inoltre, un continuo confronto, a dimostrazione dell’importanza che le aree dei Parchi Nazionali ricoprono nel nostro Paese.