Spazio: Elon Musk svela motori del nuovo lanciatore Super Heavy di SpaceX, monta 29 motori Raptor

Super Heavy è il primo stadio di Starship, un sistema di trasporto a due stadi completamente riutilizzabile

MeteoWeb

Elon Musk ha rivelato su Twitter le prime immagini del nuovo lanciatore Super Heavy da 70 metri SpaceX, che monta 29 motori Raptor.
Il primo vero booster Super Heavy di SpaceX è arrivato sul sito di lancio e, se tutto andrà secondo i piani, verrà lanciato per un volo di prova orbitale nei prossimi mesi.

Super Heavy è il primo stadio di Starship, un sistema di trasporto a due stadi completamente riutilizzabile che SpaceX sta sviluppando per trasportare persone e merci sulla Luna, su Marte e in altre destinazioni lontane. La NASA ha recentemente selezionato Starship come lander con equipaggio per il suo programma Artemis, che mira a stabilire una presenza umana sostenibile sulla Luna e intorno ad essa entro il decennio.

Lo stadio superiore di Starship è alto 50 metri, e anche questo viene chiamato “Starship”. La navicella spaziale finale Starship avrà 6 Raptor e l’ultimo Super Heavy sarà probabilmente alimentato da 32 motori, ha affermato il fondatore e CEO di SpaceX Elon Musk.

I prototipi di Starship sono già stati lanciati in precedenza. Lo scorso maggio, ad esempio, un veicolo a tre motori noto come SN15 (“Serial N° 15”) ha volato a un’altitudine massima di 10 km ed è ridisceso sulla Terra, atterrando in sicurezza.

SpaceX ha eseguito test del motore il mese scorso sul predecessore di Booster 4, il Booster 3 a tre Raptor, ma finora nessun Super Heavy è decollato. Booster 4 sarà la svolta, se tutto andrà secondo i piani. SpaceX prevede di lanciare il razzo, sormontato dal prototipo Starship SN20 in una missione di test orbitale senza equipaggio.

Poco dopo il lancio, il Booster 4 atterrerà nel Golfo del Messico, a circa 32 km dalla terraferma. SN20 si autoalimenterà per orbitare, completerà un giro intorno al nostro pianeta e discenderà nell’Oceano Pacifico vicino all’isola hawaiana di Kauai, circa 90 minuti dopo il decollo.

Non è chiaro quando voleranno Booster 4 e SN20. Anche se il duo dovesse superare tutti i controlli e i test pre-lancio, i blocchi logistici potrebbero ancora tenerli con i piedi per terra. Ad esempio, la Federal Aviation Administration degli Stati Uniti sta effettuando un’analisi ambientale delle operazioni di lancio di Starship e non è noto quando terminerà.