Previsioni Meteo: nuovo peggioramento in arrivo, violenti temporali tra martedì 3 e mercoledì 4 agosto

Previsioni Meteo: tornerà ad abbassarsi in latitudine il flusso instabile nordatlantico, coinvolgendo in maniera più diretta diverse regioni italiane. I dettagli

MeteoWeb

Le previsioni meteo continuano a evidenziare un persistente flusso instabile atlantico essenzialmente verso le nostre regioni settentrionali. Per la giornata di domani, lunedì, esso dovrebbero accusare una lieve attenuazione, mentre, da martedì 3 agosto e ancor più poi nel corso di mercoledì 4, le correnti perturbate atlantica dovrebbero tornare a intensificarsi, soprattutto sulle nostre regioni settentrionali. Dovremmo attenderci, quindi, un nuovo consistente peggioramento del tempo, all’insegna di una nuova, intensa “passata temporalesca” nei prossimi  giorni. Vediamo le possibili aree più coinvolte dal nuovo peggioramento del tempo.

Da martedì 3, un cavo depressionario dal Nord Atlantico tornerebbe a incidere in maniera più decisa verso le nostre regioni settentrionali, apportando di nuovo nubi via via più estese, associate a rovesci e temporali sparsi. Si tratterebbe di fenomeni certamente in espansione rispetto al giorno precedente e diffusamente possibili tra Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, tuttavia non a tappeto su queste aree, in forma piuttosto irregolare (dettaglio a sinistra immagine interna). Possibile qualche addensamento nel pomeriggio anche sui rilievi centrali tra Lazio e Abruzzo, ma qui con fenomeni decisamente più occasionali. Un peggioramento più intenso, invece, è atteso per mercoledì 4 agosto. Il flusso instabile nord-atlantico oserebbe ancora di più verso i settori settentrionali italiani, consentendo l’ingresso di nuclei di vorticità positiva decisamente più significativi e condizioni per temporali più estesi e decisamente più forti, anche violenti. Previsioni meteo, quindi, per un mercoledì all’insegna del possibile ampio maltempo sulle regioni settentrionali, con rovesci, temporali e persino nubifragi, associati nuovamente a grandinate di grosse dimensioni e a rischio elevato di dissesti idro-geologici. Le aree più esposte, secondo le attuali dinamiche, tornerebbero a essere quelle centro-settentrionali e occidentali della Lombardia, ma la Lombardia un po’ tutta, e i settori occidentali del Veneto, anche il Trentino-Alto Adige.  Rovesci e temporali moderati o localmente forti sul resto del Nord, fino alla Toscana settentrionale, tempo in prevalenza asciutto e soleggiato al Centro Sud, magari con qualche nube in più anche su queste aree. Sotto l’aspetto termico, per entrambe le giornate sono attese, secondo le previsioni meteo, temperature ancora piuttosto calde al Sud, fino a +40/+41°C ma, questi valori più elevati,  essenzialmente sulle estreme regioni meridionali; sul resto dell’Italia si potrà respirare un po’ in più prospettandosi un calo di qualche grado al Centro Nord e anche su Campania.