Venezia, 16enne muore in ospedale. I genitori: “dopo il vaccino ha iniziato a stare male”

“Era un ragazzo sano. Tre settimane fa aveva fatto il vaccino Moderna e poi ha iniziato a sentirsi male": Marghera è sotto shock per la morte di un 16enne, la famiglia chiede chiarezza sulle cause del decesso

MeteoWeb

Marghera è addolorata per la morte di Mosheur Rahman, un 16enne del Bangladesh, giunto in Italia 6 mesi fa per ricongiungersi con la famiglia. Mosheur è morto lunedì all’ospedale dell’Angelo di Mestre (Venezia) per cause poco chiare alla famiglia, che ha deciso di presentare un esposto in procura per richiedere un’autopsia.

“Era un ragazzo sano. Tre settimane fa aveva fatto il vaccino Moderna e poi ha iniziato a sentirsi male. Non vogliamo dire che c’è un legame tra il vaccino e il decesso ma vogliamo capire che cosa sia successo”, afferma Prince Howlader, portavoce della comunità bengalese e parente del giovane. “Nelle ultime settimane, Mosheur era andato tre volte al Pronto soccorso perché non stava bene, aveva febbre e una forte emicrania ma è sempre stato rimandato a casa, solo l’ultima volta è stato ricoverato. È rimasto in ospedale una settimana ed è stato trasferito in terapia intensiva, dove è morto. La famiglia non ha ancora ricevuto comunicazioni ufficiali sulle cause. Non diciamo che sia colpa dei medici, ma vogliamo chiarezza. Vogliamo capire la causa del decesso. Abbiamo sentito parlare di meningite ma spiegazioni chiare non sono state date”, continua Howlader.

Proprio per questi motivi, Howlader ha accompagnato la famiglia del giovane in questura per depositare un esposto e richiedere un’autopsia. L’Uls 3 a cui fa capo l’ospedale dell’Angelo di Mestre non ha ancora rilasciato dichiarazioni ufficiali. Pare che alle origini della morte possa esserci una patologia di cui il ragazzo soffriva, patologia di cui la famiglia e lo stesso giovane potrebbero non essere stati a conoscenza. I familiari vogliono sapere perché il 16enne è stato rimandato a casa per ben due volte, dopo essersi presentato in ospedale. Entro pochi giorni dal trasferimento in terapia intensiva, Mosheur è morto.

La morte del giovane ha sconvolto la comunità bengalese. Chi lo conosceva lo ricorda come un ragazzo vivace, intelligente che da tempo attendeva di ricongiungersi con il padre.