Cosa sono davvero le sabbie mobili e come fare per uscirne

Tanti miti da sfatare sulle sabbie mobili: cosa sono? Possiamo davvero essere "inghiottiti"? Come fare per uscirne?

MeteoWeb

Se sei cresciuto negli anni ’80 o ’90 sai sicuramente cosa sono le sabbie mobili: quanti personaggi cinematografici malvagi hai visto mentre venivano inghiottiti, con la loro mano che era l’ultima cosa a scomparire sotto quella che pochi istanti prima era una superficie apparentemente innocua.
Queste scene erano tra le preferite di Hollywood all’epoca, come ha evidenziato il giornalista Daniel Engber.
Sebbene le sabbie mobili non siano più un punto di riferimento per i film, rimangono ancora circondate da mistero e paura.

Puoi davvero annegare nelle sabbie mobili?

Daniel Bonn, professore di fisica all’Università di Amsterdam, ha deciso di rispondere a questa domanda. Ha raccolto campioni di sabbie mobili in Iran e ha analizzato la composizione: una miscela di sabbia fine, acqua salata e argilla.
Bonn ha quindi usato vari oggetti per verificare se sarebbero “annegati” nelle sabbie mobili che ha ricreato in laboratorio.
Per quanto possa sembrare strano, questo esperimento ha applicazioni nella vita reale: Bonn ha scoperto che non possiamo essere inghiottiti dalle sabbie mobili. Non siamo densi come le sabbie mobili, quindi affonderemmo solo parzialmente come una paperella di gomma in una vasca.
Bonn ha avvertito, però, che le sabbie mobili possono essere fatali se ad esempio, ci si ritrova dentro in una spiaggia, la marea sale e non si riesce a uscirne in tempo.

Perché allora restiamo bloccati nelle sabbie mobili?

Bonn ha spiegato che l’argilla nelle sabbie mobili iraniane aiuta a creare una matrice che stabilizza un ammasso sciolto di granelli di sabbia nell’acqua salata. Significa che “hai qualcosa che rimane stabile durante un acquazzone, ma se lo calpesti, non può sostenere il tuo peso“, ha evidenziato. Le sabbie mobili che erano solide pochi istanti prima di essere calpestate diventano quasi liquide sotto pressione. La matrice di granelli di sabbia crolla. L’acqua viene espulsa e tu vieni catturato nella morsa della sabbia e dell’argilla rimanenti.

Si può uscire dalle sabbie mobili?

Sfuggire alle sabbie mobili è possibile ma non facile. Bonn ha scoperto che per rimuovere un piede è necessaria la stessa quantità di forza necessaria per sollevare un’auto di medie dimensioni.
Se è quella la forza necessaria per tirarti fuori dalle sabbie mobili, che speranza hai di liberarti?

Come uscire dalle sabbie mobili

La cosa più importante è non farsi prendere dal panico perché più ti muovi, più affonderai,” ha spiegato Daniel. Invece, ruota le gambe con movimenti lenti e minimi per reintrodurre l’acqua tra la sabbia e le gambe. Puoi sollevare lentamente le gambe in superficie e “pagaiare” delicatamente, come mostrato in questo video.

Non farti ingannare da Hollywood chiedendo a un cowboy di prenderti al lazo con una corda e usare il suo cavallo per tirarti fuori, oppure chiedendo ai tuoi amici di legarti con una corda e usando un veicolo per tirarti fuori. Ciò potrebbe provocarti gravi ferite a causa della forza necessaria richiesta per spostarti.
Se la tua auto è finita nelle sabbie mobili, non puoi tirarla fuori usando altri veicoli. La cosa migliore da fare è conoscere l’area in cui intendi andare prima di raggiungere la spiaggia. Chiedi e ascolta i consigli di esperti e gente del posto ben informata.

Dove si trovano le sabbie mobili?

Un luogo in cui si trovano le sabbie mobili è sicuramente l’Australia: qui non ha bisogno di acqua salata per formarsi. Si trova principalmente dove ruscelli e fiumi sfociano nel mare, sulla spiaggia con la bassa marea, lungo le sponde dei fiumi o in fiumi con fondali sabbiosi. Una zona famosa è la costa occidentale della Tasmania tra Pieman Heads e Arthur River.