Covid, in Calabria il comune di San Luca diventa zona rossa: prorogata anche la misura per Ciminà

Il provvedimento si è reso necessario dopo che il dipartimento di prevenzione dell'Asp di Reggio Calabria ha comunicato che a San Luca vi sono 71 casi attivi

MeteoWeb

Il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì, ha firmato un’ordinanza con la quale e’ stata istituita la “zona rossa” nel Comune di San Luca (Reggio Calabria), diventato focolaio di Covid 19. Le misure sono in vigore da stasera per 10 giorni, fino a tutto il 18 settembre. Il provvedimento si è reso necessario dopo che il dipartimento di prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria ha comunicato che a San Luca “si registra una crescita esponenziale di soggetti positivi al Covid-19, con un totale di 71 casi attivi, che ha determinato il raggiungimento di elevati valori di incidenza nel numero dei casi confermati superiori a 2000 per 100.000 abitanti“. Con la stessa ordinanza regionale, inoltre, fino a tutto il 15 settembre è stata prorogata la “zona rossa” a Ciminà (Reggio Calabria).