Covid, Sileri: “il vaccino è l’unica arma, i no vax, idioti, hanno fatto danni enormi, diffondendo menzogne”

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: "con questi numeri, se il virus non si ferma, dopo la quarta ondata potremmo avere anche la quinta"

MeteoWeb

Comincia una settimana chiave. Spero davvero che, finite le vacanze, dopo il calo della seconda metà di agosto, ora riprendano a pieno ritmo le prenotazioni e le vaccinazioni. Altrimenti si rischia grosso. Basta leggere le previsioni dell’Oms: da qui a dicembre in Europa il Covid potrebbe fare altri 236 mila morti, cioè altri 30 mila da noi. Il motivo? Ci sono 3,7 milioni di italiani over 50 che ancora non sono vaccinati, non hanno ricevuto nemmeno la prima dose. E con questi numeri, se il virus non si ferma, dopo la quarta ondata potremmo avere anche la quinta“: è quanto ha affermato, in un’intervista al Corriere della Sera, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. “L’obbligo vaccinale deve restare l’ultima spiaggia, ma intanto bisognerà convincere tutti questi milioni di persone a vaccinarsi e servirà uno sforzo enorme perché i no vax, idioti, hanno fatto danni enormi, diffondendo menzogne. Ma perché continuare a invitarli in televisione? Bisogna dare la parola agli scienziati veri. Il vaccino è l’unica arma. E occorre fare in fretta, perché la variante Delta ci ha già messo in difficoltà ma non possiamo escludere che ne escano altre. La variante Epsilon, che sembrava capace di eludere i vaccini, per fortuna non si è diffusa in modo preoccupante fuori dagli USA,” ha proseguito Sileri, secondo il quale per aumentare le vaccinazioni in autunno “servirà una campagna d’autunno face to face. Medici di famiglia, farmacisti, solo loro possono convincere i dubbiosi perché hanno un contatto diretto con il cittadino“. Infine, secondo il sottosegretario, “va esteso il green pass, nel pubblico e nel privato, laddove non si creino problemi di applicabilità“. “Il green pass è un metodo di screening efficacissimo perché tiene sotto controllo anche la salute di chi non si vaccina ma che per ottenerlo deve sottoporsi comunque a un tampone. Ecco, è vero che i prezzi dei tamponi sono già calmierati, ma io una quantità di test gratuiti per famiglia lo garantirei“.