Decima Giornata della Meteorologia: il Clima è già cambiato…anche per il Monviso

Il cambiamento climatico incipiente sarà il tema della Giornata della Meteorologia, a partire dalle nostre Alpi e da un suo simbolo: il Monviso

MeteoWeb

La decima edizione della giornata della meteorologia si occuperà del cambiamento climatico incipiente a partire proprio dalle nostre Alpi e da un suo simbolo: il Monviso.  “Ecco quindi a chiedere il vostro aiuto – si legge in una nota stampa di DataMeteo per sostenere i progetti e i sostegni a distanza sia per la Scuola della Gioia di Tondo a Manila sia per la Clinica dei Bambini che assiste oltre 1000 studenti e relative famiglie nella diocesi di Pekhon in Myammar”.

Il sesto rapporto sullo stato del clima dell’IPCC ( Intergovernmental Panel on Climate Change) redatto da 234 scienziati di 66 nazioni ha rivelato che nel 2019 le concentrazioni atmosferiche di CO² sono state le più elevate degli ultimi 2 milioni di anni. E quelle dei principali gas serra le più alte degli ultimi 800 mila anni. Negli ultimi 50 anni la temperatura della Terra è cresciuta a una velocità che non ha eguali negli ultimi 2.000 anni. L’aumento medio del livello del mare è cresciuto a una velocità mai vista negli ultimi 3000 anni.

Ad aiutarci quest’anno – si legge ancora nella nota – avremo qualificati ed affermati relatori, molti provenienti dalla nostra provincia e non. Insieme a loro scopriremo che il clima sia già cambiato, come testimoniato anche dalla grande frana che ha interessato la parete Nord Ovest del Monviso, nonchè il tempo a tratti temporalesco e siccitoso di questa ultima estate”.

Con un linguaggio semplice, accattivante ed interattivo i relatori porteranno studenti e pubblico in un viaggio attraverso le modificazioni climatiche, toccando una dimensione che da globale ed estrema, grazi ad una disamina su quanto sta succedendo al Monviso ad opera di Paolo Bertolotto, meteorologo e Daniele Bormioli, geologo, entrambi di Arpa Piemonte, arriverà a locale con la scoperta dei segreti della neve, a cura dell’esperto di nivologia ing. Matteo dell’Amico.

Si parlerà di dati e considerazioni che impatteranno su ogni aspetto della vita umana: da come si coltiva a quali mezzi si usano per viaggiare, come si costruiscono le case, che vestiti si indossano, come spiegheranno anche i Ciceroni del Clima, ovvero la classe 3D dell’ Istituto Comprensivo di Busca “che ci accompagneranno a visitare la città , con occhi diversi“, si legge nel comunicato.

Ciliegina sulla torta poi la possibilità di ammirare le Alpi e il paesaggio attorno alla città dal cesto di una mongolfiera e dall’imbragatura di un deltaplano, prenotando il  volo in tutta sicurezza, oppure visitare la mostra statica dei droni, parapendio, elicottero e agro tecnologie del passato nella splendida cornice di Ingenium.

Inoltre, ci sarà una novità per l’edizione 2021: per chi, famiglie o appassionati, volesse trascorrere un week-end nella splendida cornice climatica della collina buschese. Sarà l’occasione per trascorrere un rilassante week-end, non come turista ma come ospite, e partecipare agli eventi della giornata meteo particolarmente adatti anche ai ragazzi, realizzati in osservanza di tutte le norme anti-covid, o scoprire le bellezze naturali ed architettoniche della nostra città in collaborazione con Visit Busca- “Abbiamo preparato un pacchetto turistico di accoglienza a misura di ragazzo, famiglia, appassionato.

Un sentito ringraziamento a tutti i nostri sponsor e partner che rendono possibile questo evento gratuito a supporto delle attività di Una Mano per i Bambini Onlus“, conclude il comunicato.

Ecco il programma completo: GIORNATA METEOROLOGIA.