Ebola: l’OMS smentisce la presenza del virus in Costa d’Avorio

L'OMS "sta ora declassando i suoi interventi in Costa d'Avorio dal livello di risposta a quello di stato di allerta"

MeteoWeb

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha reso noto che non ci sono prove della presenza del virus Ebola in Costa d’Avorio: ciò sulla base dei risultati di nuove analisi dell’Institut Pasteur di Lione, su campioni prelevati da una giovane guineana che le autorità ivoriane avevano identificato come infetta a metà agosto.
Con i nuovi risultati ottenuti dal laboratorio di Lione, l’Oms stima che la paziente non avesse la malattia da virus Ebola e sono in corso ulteriori analisi sulla causa della sua malattia,” ha precisato l’OMS in una nota.
La giovane, una 18enne era arrivata il 14 agosto ad Abidjan via terra dal suo Paese dopo un viaggio di 1.500 km. “Sono stati elencati più di 140 contatti nei due Paesi. Nessun’altra persona ha mostrato sintomi della malattia, né è risultata positiva all’Ebola,” ha proseguito l’OMS, che “sta ora declassando i suoi interventi in Costa d’Avorio dal livello di risposta a quello di stato di allerta“.
Il Ministro della Salute ivoriano, ha dichiarato che il governo “ha deciso di” classificare “il paziente guineano” come un caso di malattia diverso dal virus Ebola, e che perciò il Paese è stato depennato dall’elenco dei Paesi con virus Ebola.