Rientro a scuola, il Ministro Bianchi: “no al Green Pass per gli studenti, il governo è chiaro”

Bianchi: "il Green pass serve per chiunque entri a scuola, tranne i ragazzi. Questa è la nostra posizione"

MeteoWeb

Il governo, nella norma stabilità giovedì scorso, è stato molto chiaro: il Green pass serve per chiunque entri a scuola, tranne i ragazzi. Questa è la nostra posizione: il CTS ha funzione importante, di indicazione, quando sarà ora ne parleremo, ma ora il governo è chiarissimo e limpido: ha detto giovedì che chiunque entra a scuola” deve avere il Green Pass, “ma non gli studenti e i bambini“: lo ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ai microfoni di Rai News24, riferendosi all’ipotesi (proposta da membri del CTS) di estendere l’obbligatorietà del Green Pass a scuola anche agli studenti over 12.
Inoltre, sulla possibilità di togliere le mascherine nelle classi dove tutti sono vaccinati, “il governo ha già espresso chiaramente la sua posizione nel decreto del 6 agosto,” ha ricordato il ministro, questa è la linea su cui ci muoviamo, verso una nuova normalità. È scritto in maniera chiara. Non sarà tutto bloccato a tempo indefinito e quando tutti saremo vaccinati torneremo a sorriderci“.

Oggi è tornata a suonare la campanella per quasi 4 milioni di alunni (3.865.365) di 9 Regioni (Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto, Valle d’Aosta) e della Provincia di Trento.
La scuola è ripartita sulla falsariga dell’anno passato, ma con la novità dell’obbligo del Green Pass per tutto il personale scolastico (non per gli studenti, tranne quelli universitari; mentre c’è, secondo l’ultimo decreto approvato dal governo, per chiunque accede nei locali scolastici: addetti alle mense e genitori compresi).