Previsioni Meteo: instabilità ricorrente per il resto di settembre

Previsioni meteo: staffetta tra correnti instabili o anche perturbate atlantiche e altre sempre instabili settentrionali. Poca alta pressione. L'evoluzione

MeteoWeb

Dalle nostre indagini sul prosieguo di settembre, continuano a giungere conferme per una circolazione poco anticiclonica e più spesso caratterizzata da correnti umide e instabili oceaniche per il corso della seconda decade mentre, nell’ultima parte del mese, da infiltrazioni più fresche e ugualmente instabili settentrionali. Dunque, il mese di transito tra l’estate e l’autunno, si configura piuttosto dinamico, come del resto già accennato in precedenti aggiornamenti. Un primo attacco instabile a componente settentrionale è atteso a stretto giro, nella seconda parte di questa settimana, e diretto soprattutto verso le regioni insulari e meridionali.

A seguire, solo dopo qualche giornata di tempo più variabile, le previsioni meteo computano l’avvio di un’azione instabile oceanica, con correnti umide atlantiche in direzione del Mediterraneo centro-occidentale e spinte da una bassa pressione in progressivo approfondimento tra la Spagna e il Golfo di Biscaglia. Si configura una circolazione da Ovest piuttosto instabile e in grado di arrecare un diffuso peggioramento del tempo, all’insegna di piogge e temporali dal 14/15 settembre e per un paio di giorni successivi, fino al 16/17. In questa fase, potrebbero arrivare precipitazioni piuttosto significative su tutte le regioni tirreniche centro-settentrionali, anche su quelle relative appenniniche e su buona parte del Nord. Localmente su questi settori le precipitazioni potrebbero essere anche di forte intensità. Il resto dell’Italia, potrebbe essere un po’ meno esposto  alla circolazione atlantica, con rischio di fenomeni  più irregolari, mediamente deboli e nemmeno ovunque, specie sulle aree estreme meridionali e sul medio-Adriatico. Nella fase finale della seconda decade, ancora infiltrazioni umide atlantiche, ma meno intense, con instabilità molto più circoscritta, sebbene più estesa sulla territorio, anche verso le regioni meridionali. La circolazione potrebbe tornare a cambiare nell’ultima decade di settembre, questa volta con possibile orientamento delle correnti dai quadranti più settentrionali, ingresso di aria più fresca nordoccidentale e possibile rinnovo dell’instabilità, magari di più verso i settori centro-meridionali. Insomma staffetta tra due tipi circolazione abbastanza diversi, ma entrambi ugualmente instabili a discapito di condizione anticicloniche che, stando alle ultime previsioni meteo, si configurerebbero piuttosto carenti. Circa l’aspetto termico, si prospetta un aumento generale delle temperature intorno a metà mese, in coincidenza con il flusso più instabile occidentale o meridionale, con valori anche di qualche grado sopra la media, specie sulle regioni adriatiche e meridionali; un nuovo calo, con valori che tornerebbero in media o anche un po’ sotto, potrebbe intervenire nel corso della terza decade del mese. Maggiori dettagli sull’evoluzione media per il prosieguo di settembre, nei nostri periodici aggiornamenti.