Covid, il pediatra del Bambino Gesù: “L’Ema si sbrighi ad autorizzare il vaccino per i bambini”

Secondo il pediatra in Italia "siamo molto carenti in strutture organizzate e abbiamo una maggiore densità della popolazione"

MeteoWeb

Io, che peraltro ho speso quasi 14 anni all’Agenzia europea del farmaco, sono sorpreso che ancora non ci sia un’autorizzazione” al vaccino anti-COVID “per i bambini più piccoli. L’Ema si deve dare una mossa“. E’ quanto dichiarato all’Adnkronos Salute da Paolo Rossi, immunologo e infettivologo pediatra dell’ospedale Bambino Gesù di Roma. “Mi meraviglia – spiega – che ancora non abbiamo una licenza almeno per i bambini in età scolare dai 6 anni ai 12 anni. L’approvazione del vaccino viene fatta per tutta la fascia dai 6 mesi ai 12 anni, ma poi starà a ciascuno Stato decidere quale fascia realmente vaccinare. Io che sono stato 10 anni in Svezia – precisa l’esperto – dubito che gli svedesi facciano vaccinare i bambini piccoli piccoli, non ce n’è motivo per loro. Per noi un po’ di più, perché noi siamo molto carenti in strutture organizzate e abbiamo una maggiore densità della popolazione. Il nodo è sempre quello: organizzazione e densità della popolazione“.