Ancora manifestazioni contro il Green Pass: in migliaia in piazza, tensione a Torino con calci e spintoni alle forze dell’ordine – FOTO

Da Milano a Roma, da Genova a Torino, sono migliaia le persone che hanno preso parte, anche oggi, alle manifestazioni contro il Green Pass: tensione a Torino

  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
  • Foto di Tino Romano / Ansa
    Foto di Tino Romano / Ansa
/
MeteoWeb

Tornano anche in questo sabato le proteste contro il Green Pass nelle piazze italiane. Da Milano a Roma, da Genova a Torino, sono migliaia le persone che hanno preso parte alle manifestazioni. Tensione al corteo per le vie del centro di Torino. Anziché muoversi verso via Po, i manifestanti – un migliaio circa – hanno svoltato in via Accademia delle Scienze, dove sono volati alcuni calci e spintoni all’indirizzo delle forze dell’ordine presenti (vedi foto della gallery scorrevole in alto). Poi la situazione è tornata alla calma, con i manifestanti che hanno ripreso il corteo lungo via Po.

A Milano la manifestazione si è in un primo tempo concentrata tra Piazza Fontana, Piazza Duomo e le altre vie del centro cittadino, per poi spostarsi in Porta Venezia e da lì lungo Corso Buenos Aires, in direzione Piazzale Loreto. Al grido di slogan come “libertà, libertà”, “noi siamo il popolo”, e “Milano non si ferma”, i 3mila manifestanti circa 3 hanno anche urlato insulti contro i rappresentati del governo, soprattutto il Premier Draghi e il Ministro Roberto Speranza. In piazza, insieme a loro, anche Gianluigi Paragone, candidato sindaco per il movimento Italexit.

A Roma sono circa un migliaio i manifestanti riuniti in Piazza del Popolo. Tra loro, anche alcuni esponenti di Forza Nuova, tra cui Roberto Fiore e Giuliano e Giuliano Castellino.