Marte in congiunzione solare: la NASA annuncia l’interruzione delle comunicazioni con le sonde per 2 settimane

Il 7 ottobre, Marte raggiungerà una posizione nella sua orbita chiamata congiunzione solare, che si verifica ogni due anni, quando il pianeta si sposta dietro il Sole dalla prospettiva della Terra

MeteoWeb

La NASA intende sospendere la maggior parte dei suoi programmi di esplorazione robotica di Marte nel mese di ottobre per motivi di sicurezza associati alla posizione del Pianeta Rosso nello Spazio.

Il 7 ottobre, Marte raggiungerà una posizione nella sua orbita chiamata congiunzione solare, che si verifica ogni due anni, quando il pianeta si sposta dietro il Sole dalla prospettiva della Terra. La calda atmosfera esterna della nostra stella, la corona, può interrompere le comunicazioni interplanetarie, ha osservato la NASA. Ciò potrebbe influire sui comandi e “determinare comportamenti inaspettati dei nostri esploratori dello Spazio profondo“, ha affermato la NASA in una nota, riferendosi ai suoi tre orbiter, due rover, un lander e un elicottero al momento operativi sul Pianeta Rosso.
La congiunzione solare influenzerà anche altre missioni su Marte, inviate sul pianeta da Europa, Cina e India, ma tali agenzie non hanno ancora diffuso i loro piani per il periodo di congiunzione.

La maggior parte delle missioni della NASA smetterà di inviare comandi e immagini grezze tra il 2 ottobre e il 16 ottobre, anche se in alcuni casi i tempi varieranno di uno o due giorni, ha affermato l’Agenzia. Nel frattempo, la NASA ha affermato che assegnerà ai suoi vari di “compiti a casa” che possono svolgere in sicurezza da soli mentre le comunicazioni sono interrotte.

● Il rover Perseverance della NASA, atterrato a febbraio, effettuerà misurazioni meteorologiche, osserverà eventuali dust devil di passaggio (senza muovere le telecamere), eseguirà esperimenti radar e ascolterà i suoni ambientali con il microfono. Il rover ha individuato di un buon “parcheggio” per il periodo senza comunicazioni, “un punto ideale tra le dune e uno sperone roccioso“.

● L’ elicottero Ingenuity ha effettuato voli audaci e lunghi nelle ultime settimane, anche se al momento è in pausa mentre la NASA cerca di capire come volare in sicurezza durante la fase di cambiamenti stagionali dell’atmosfera marziana. L’Agenzia non ha rivelato la data del prossimo volo e probabilmente si attenderà la fine della pausa delle comunicazioni, dato che la NASA ha affermato che l’elicottero rimarrà parcheggiato a 175 metri di distanza da Perseverance e invierà aggiornamenti di stato settimanali al rover.

● Il rover Curiosity, che lavora senza sosta su Marte dal 2012, effettuerà misurazioni meteo e delle radiazioni, e terrà d’occhio anche i dust devil. La missione ha superato diverse congiunzioni solari passate e non ha affrontato grossi problemi.

● Il lander InSight eseguirà un esperimento passivo: il suo sismometro sarà operativo e continuerà a registrare terremoti.

● I tre orbiter della NASA, tutti veterani di congiunzioni passate — Odyssey, Mars Reconnaissance Orbiter (MRO) e Mars Atmosphere and Volatile Evolution Mission (MAVEN) — invieranno aggiornamenti di stato dalle missioni di superficie marziana. Condurranno anche osservazioni scientifiche per conto proprio, da inviare sulla Terra quando l’allineamento planetario sarà più favorevole.

Una volta passata la congiunzione solare, gli ingegneri effettueranno il download delle informazioni per circa una settimana utilizzando il Deep Space Network della NASA, un sistema di antenne radio sulla Terra.