Sciame di api uccide 64 pinguini africani in via di estinzione: al via i test per tossine o agenti patogeni

Alcuni degli pinguini trovati morti sono stati trovati con 20 o più punture di api

MeteoWeb

Nella metropoli turistica sudafricana Cape Town, 64 pinguini sono stati probabilmente uccisi da uno sciame di api. Lo ha riferito una portavoce dell’autorità sudafricana per la conservazione della natura SANParks, Lauren Howard-Clayton, ad un’agenzia di stampa tedesca. È stato un “incidente tragico e insolito“, ha detto Howard-Clayton. Gli uccelli sono stati trovati morti venerdì a Boulders Beach, una popolare destinazione turistica a sud di Cape Town. Facevano parte di una colonia di pinguini africani (Spheniscus demersus) che vivono in una riserva naturale, che sono in pericolo di estinzione secondo la Lista Rossa IUCN.

Alcuni degli animali sono stati trovati con 20 o più punture di api, ha riferito la portavoce. I test successivi per tossine o agenti patogeni sono stati inconcludenti. Le autorità stanno ora cercando l’alveare per scoprire cosa potrebbe aver innescato l’attacco delle api, ha detto Howard-Clayton. I pinguini africani si riproducono in Sudafrica e nella vicina Namibia. Secondo la Foundation for the Conservation of Shorebirds in Southern Africa (Sanccob), evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, il numero di pinguini che vivono in Sudafrica è diminuito del 73 % a 10.400 coppie negli ultimi tre decenni. Secondo questo, ci sono ancora 4.300 coppie di pinguini in Namibia.