La NASA a caccia di ghiaccio sulla Luna: svelato il sito di atterraggio del rover VIPER

VIPER atterrerà alla fine del 2023 appena a ovest di Nobile, un cratere vicino al polo sud della Luna

MeteoWeb

La NASA ha svelato dove atterrerà il suo primo rover lunare robotico.

Il Volatiles Investigating Polar Exploration Rover (VIPER), il “cacciatore di ghiaccio”, atterrerà appena a ovest del cratere Nobile, che si trova vicino al polo sud della Luna: lo hanno annunciato i funzionari della NASA. Alla fine del 2023, VIPER volerà sulla Luna a bordo di Griffin, un lander costruito dalla società Astrobotic di Pittsburgh che verrà lanciato in cima a un razzo Falcon Heavy di SpaceX.

Selezionare un sito di atterraggio per VIPER è una decisione emozionante e importante per tutti noi“, ha affermato Daniel Andrews, project manager VIPER presso l’Ames Research Center della NASA nella Silicon Valley. “Sono stati dedicati anni di studio alla valutazione della regione polare che VIPER esplorerà“. “VIPER sta entrando in un territorio inesplorato, per testare ipotesi e rivelare informazioni fondamentali per la futura esplorazione umana dello Spazio“.

VIPER è una parte importante del programma Artemis della NASA, che mira a stabilire una presenza umana sostenibile a lungo termine sulla e intorno alla Luna entro la fine degli anni 2020. Raggiungere questo obiettivo richiederà l’uso estensivo delle risorse lunari, in particolare del ghiaccio d’acqua, hanno precisato i funzionari della NASA.

Le osservazioni del Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA e di altri veicoli spaziali suggeriscono che la Luna ospita molto ghiaccio d’acqua, soprattutto nelle regioni in ombra permanente (PSR) vicino ai suoi poli. VIPER è progettato per dimostrare l’ipotesi, rivelando agli scienziati quanto ghiaccio c’è veramente e quanto è accessibile all’umanità.

Il sito Nobile copre 93 chilometri quadrati. VIPER, rover a energia solare da 450 kg, misurerà e analizzerà il ghiaccio d’acqua sotto le sue ruote in vari luoghi in tutta l’area, compresi i PSR, che sono tra i punti più freddi dell’intero sistema solare. VIPER eseguirà questo lavoro nel corso di almeno 100 giorni terrestri, utilizzando tre spettrometri e un trapano, che preleverà campioni fino a 1 metro di profondità.

I dati restituiti da VIPER forniranno agli scienziati lunari di tutto il mondo ulteriori informazioni sull’origine cosmica, l’evoluzione e la storia della nostra Luna e aiuteranno anche a fornire informazioni per le future missioni di Artemis sulla Luna e oltre, consentendoci di comprendere meglio l’ambiente lunare in queste aree precedentemente inesplorate a centinaia di migliaia di miglia di distanza“, ha affermato Thomas Zurbuchen, capo della direzione della missione scientifica della NASA.

Il team VIPER aveva preso in considerazione quattro siti di atterraggio vicino al polo sud lunare per il robot a quattro ruote. Gli altri tre erano un’area fuori Haworth Crater, un crinale che parte dal cratere Shackleton e un punto vicino al cratere Shoemaker, ha spiegato Tony Colaprete, project scientist di VIPER.

Tutti e quattro i siti finalisti erano intriganti e sembravano tutti adatti sia dal punto di vista scientifico che logistico, ha affermato Colaprete.
Alla fine, tutto si è ridotto al numero totale di giorni lavorativi“, ha detto durante una conferenza stampa, spiegando che un “giorno lavorativo” è quello in cui il rover ha abbastanza luce solare per funzionare e può anche comunicare con la Terra (diretta da VIPER ai suoi gestori, il robot non utilizzerà un satellite relè). “Abbiamo bisogno di almeno una decina di giorni per raggiungere i nostri requisiti di missione“, ha detto Colaprete. “Ne abbiamo più di 40 al cratere Nobile, più di qualsiasi altro sito“.

Il costo totale della missione VIPER dovrebbe essere di circa 660 milioni di dollari, cioè 433,5 milioni per lo sviluppo della missione e operazioni, più circa 226,5 milioni per il contratto di consegna con Astrobotic, che include il costo del lancio, hanno precisato i funzionari della NASA. Il contratto di consegna è stato firmato tramite il programma Commercial Lunar Payload Services della NASA.

Mentre VIPER sarà il primo rover senza equipaggio della NASA a posarsi sulla Luna, non sarà il primo veicolo lunare a ruote dell’agenzia a farlo: la NASA ha lanciato buggy lunari, guidati da astronauti, nelle ultime tre missioni Apollo, nel 1971 e nel 1972.