Virgin Galactic annuncia un lungo periodo di manutenzione: la missione CNR-Aeronautica Militare “Unity 23” posticipata al 2022

Virgin Galactic ha posticipato ancora Unity 23, la missione congiunta CNR-Aeronautica Militare italiana

MeteoWeb

Virgin Galactic rimanderà “Unity 23“, il volo spaziale suborbitale SpaceShipTwo che era stato programmato per questo mese, scegliendo invece di dare inizio immediato a un lungo periodo di manutenzione per lo spazioplano e il suo aereo da trasporto che ritarderà ulteriormente l’inizio dei voli commerciali.

La società ha dichiarato ieri di avere optato per un periodo di manutenzione dopo che un recente test di laboratorio sui materiali utilizzati sui veicoli “ha segnalato una possibile riduzione dei margini di resistenza di alcuni materiali utilizzati per modificare giunti specifici” che “richiede ulteriori ispezione fisica“.
Anche se questi nuovi dati dei test di laboratorio non hanno avuto alcun impatto sui veicoli, i nostri protocolli di volo di prova hanno margini di resistenza chiaramente definiti e ulteriori analisi valuteranno se è necessario un lavoro aggiuntivo per mantenerli a livelli stabiliti o superiori,” ha precisato Virgin Galactic. “Dato il tempo necessario per questo sforzo, la Società ha stabilito che il percorso più efficiente e conveniente per il servizio commerciale è quello di completare questo lavoro ora in parallelo con il programma di miglioramento pianificato“.

Questa decisione implica che la compagnia rimanderà Unity 23, la missione congiunta CNR-Aeronautica Militare italiana, che era stata programmata per la metà di ottobre, fino al completamento del periodo di manutenzione del prossimo anno. Il volo era stato precedentemente programmato per la fine di settembre o l’inizio di ottobre, ma è stato rinviato per esaminare un potenziale difetto di fabbricazione di un componente in un sistema del controllo di volo.

volo virgin galactic missione italiana

Virgin Galactic ha affermato che questo nuovo problema non è correlato a quella precedente indagine. Il componente in esame non si trovava né su SpaceShipTwo né sul velivolo WhiteKnightTwo e la società “ha completato ispezioni e scansioni dettagliate che hanno rilevato che tutti i componenti soddisfacevano gli standard di qualità e sicurezza ed erano pronti per il volo“.

La Federal Aviation Administration ha sospeso temporaneamente la licenza di lancio di Virgin Galactic all’inizio di settembre mentre era in corso l’indagine sul motivo per cui SpaceShipTwo è volato fuori dallo spazio aereo assegnato durante il suo volo precedente a luglio. La FAA ha in seguito concluso quell’indagine e ha autorizzato SpaceShipTwo a volare il 29 settembre.
Quanto avvenuto il mese scorso ha ritardato di un mese l’inizio del periodo di manutenzione, annunciato da Virgin Galactic ad agosto: in quei giorni la compagnia aveva dichiarato di aspettarsi di iniziare i voli commerciali verso la fine del terzo trimestre del 2022. Ora prevede che tali voli inizieranno nel quarto trimestre del 2022, dopo il volo Unity 23 riprogrammato.

Il riordinamento del nostro periodo di miglioramento e del volo Unity 23 sottolinea le nostre procedure incentrate sulla sicurezza, fornisce il percorso più efficiente al servizio commerciale ed è l’approccio giusto per la nostra attività e i nostri clienti,” ha affermato Michael Colglazier, amministratore delegato di Virgin Galactic.