Le Canarie: un vulcano ha creato uno dei migliori climi al mondo

Le Canarie si sono formate da eruzioni vulcaniche nel corso di milioni di anni: ecco cosa rende il loro clima uno dei migliori al mondo

MeteoWeb

Il maltempo può rovinare i piani per le vacanze pensati con mesi di anticipo ma un gruppo di isole è famoso nel mondo in parte grazie alle sue condizioni meteo miti offerte tutto l’anno. Le Canarie, arcipelago della Spagna, si trovano appena al largo della costa dell’Africa nordoccidentale e sono tra le destinazioni turistiche più popolari per gli europei.

Le Canarie si sono formate da eruzioni vulcaniche nel corso di milioni di anni e sono ancora attive al giorno d’oggi, come dimostra l’eruzione del vulcano Cumbre Vieja iniziata sull’isola di La Palma il 19 settembre scorso. Altre eruzioni recenti si sono verificate nel 2012 e nel 1971.

Tenerife è la più alta delle isole, con la vetta vulcanica che supera i 3.600 metri sopra il livello del mare, che la rendono ideale per i telescopi per lo spazio profondo e per i turisti interessati all’osservazione celeste in generale. Tenerife è alta circa 7.500 metri dal fondale marino alla vetta del vulcano e questo la rende una delle montagne più alte del mondo. A detenere il record è Mauna Kea, sulla Grande Isola delle Hawaii, che misura oltre 10.000 metri dal fondale dell’oceano alla vetta.

Ma una delle attrazioni più grandi non è il paesaggio vulcanico o il famoso Teide National Park, a Tenerife, bensì il meteo perfetto su parte delle isole per tutto l’anno, dovuto alla topografia. Per molti, il clima delle Canarie è considerato come uno dei climi migliori del mondo.

Credit: ESA

I venti intorno alle Canarie soffiano speso da nord e quando l’aria penetra nelle isole, viene forzata verso l’alto e intorno al paesaggio vulcanico. Di conseguenza, il lato rivolto a nord delle isole più alte è spesso nuvoloso, fresco e più umido rispetto al lato meridionale delle isole, che viene lasciato in un’ombra pluviometrica. Il lato delle isole rivolto a sud è dove milioni di turisti si affollano ogni anno per godere di condizioni meteo miti e soleggiate, anche durante l’inverno. Le temperature miti e costanti tutto l’anno, la poca pioggia, l’alto numero di giorni di sole rendono questo arcipelago spagnolo una destinazione molto popolare sia per i turisti che per coloro che scelgono di vivere parte della loro vita lì.

Tenerife Sur, che si trova nella parte meridionale dell’isola più grande delle Canarie, ha temperature massime di +21-23°C a metà inverno e di circa +29-30°C a metà estate. Nei giorni più caldi dell’estate, le temperature raggiungono i +32°C, ma è possibile ottenere sollievo dal caldo facendo un bagno nell’oceano o andando sulle elevazioni più alte dell’isola, dove fa più fresco.

Gli stessi fattori che creano le condizioni meteo perfette per i turisti, creano anche microclimi in tutte le isole che generano piante uniche. I microclimi sono sacche sull’isola dove si verificano condizioni meteo specifiche a causa dell’altitudine o del meteo creato dal terreno dell’isola, che rende l’area diversa da qualsiasi altro posto alle Canarie. Uno di questi microclimi a Tenerife ospita un’incantevole pianta, nota come viperina rossa di Tenerife (Echium wildpretii), che non si trova in natura in nessun altro posto del mondo. Questa pianta unica può crescere fino a 2,1 metri e alla fine sboccia in fiori dal color salmone con filamenti che fuoriescono come spilli. Dopo la fioritura, l’arido microclima di Tenerife dove crescono le viperine rosse fa seccare le piante, che si trasformano in scheletri sparsi nel paesaggio arido.

La forma delle Canarie può creare anche un affascinante fenomeno meteorologico che può essere osservato solo dallo spazio. Quando i venti superano le alte vette delle isole vulcaniche, vengono deviati intorno alle aree elevate e questa alterazione del flusso si propaga sotto forma di vortici che alternano la loro direzione di rotazione. I vortici che si vengono a formare nelle nuvole sono noti come vortici di von Karman. Questo fenomeno si verifica più comunemente sottovento di un’isola, nell’oceano piuttosto che sulla terra, ed è stato documentato in diverse zone del mondo, come intorno all’isola di Guadalupe, vicino al Cile, a Jan Mayen Island vicino, alla Groenlandia o a Capo Verde, a sud delle Canarie.

Vortici di Von Karman intorno alle Canarie il 20 maggio 2015. Credit: NASA