Maltempo in Piemonte, aperta la sala operativa della Protezione Civile: abitazioni evacuate ad Alessandria

Un'ondata di maltempo interesserà il Piemonte per le prossime 30 ore: la sala operativa della Protezione civile della Regione sarà operativa h24, prime criticità nell'Alessandrino

MeteoWeb

La sala operativa della Protezione civile della Regione Piemonte e’ stata aperta alle 14 e sara’ attiva in modalita’ H24 fino al termine dell’ondata di maltempo prevista per le prossime 30 ore. La decisione, fa sapere la Regione, fa seguito al bollettino di allerta emesso da Arpa Piemonte che, considerata l’intensita’ delle precipitazioni e gli innalzamenti dei livelli idrometrici ha determinato allerta rossa per rischio idrogeologico e idraulico su Toce, Belbo e Bormida; allerta arancione su Sesia, Cervo e Chiusella, Scrivia, pianura settentrionale e Tanaro; allerta gialla su pianura del torinese, Orco, Lanzo, Bassa val di Susa e Sangone.

Nelle prossime ore il flusso di correnti umide meridionali si fara’ sempre piu’ intenso soprattutto sulla parte orientale della regione, a causa del movimento di un minimo di bassa pressione al suolo che andra’ posizionandosi in serata sulla costa Azzurra, informa una nota della Regione. Previsti, dunque, pioggia intensa e temporali ancora violenti in particolare a partire dalle ore serali di oggi e piu’ probabili sul settore appenninico e tra Verbano, Biellese e Novarese. Domani la parte piu’ attiva della perturbazione si spostera’ verso le regioni nord-orientali della nostra penisola, favorendo un graduale miglioramento delle condizioni meteorologiche, in particolare dal pomeriggio.

Sulla parte settentrionale della Regione, sono previste criticita’ moderate nel bacino del Sesia, e probabilmente elevate in quello del Toce. Lungo l’asta del Po si assistera’ ad un graduale incremento dei livelli nella parte piu’ orientale del bacino. A livello regionale e’ stata attivata dalla Protezione Civile la fase operativa di preallarme.

Al momento si segnalano le prime criticita’ nell’Alessandrino, piu’ precisamente il torrente Erro ha superato il livello di pericolo; al momento la situazione risulta sotto controllo. Sono state chiuse, in via precauzionale, l’autostrada Torino-Savona da Ceva a Savona; la Ferrovia e’ interrotta da San Giuseppe di Cairo a Savona per frana. Risultano attivati alcuni Centri Operativi Comunali (COC) e sono stati convocati i Centri Coordinamento Soccorso (CCS) presso le Prefetture di Alessandria, Cuneo, Novara, Vercelli e Verbano Cusio Ossola. E’ stato attivato il volontariato che monitora con continuita’ l’evolversi della situazione ed e’ pronto a dare supporto alle autorita’ locali e territoriali.

A seguito dell’allerta rossa per piogge intese con conseguente aumento dei livelli del fiume Bormida nel territorio alessandrino, il sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha emesso un’ordinanza di sgomberodelle abitazioni ubicate in area golenale del Fiume Bormida o laddove sia possibile il ricovero ai piani superiori fino a deflusso avvenuto” della piena del fiume.

A causa delle abbondanti piogge che stanno interessando la zona, il livello dell’acqua del fiume Stura ha raggiunto i livelli di guardia e rende necessaria la chiusura precauzionale della linea ferroviaria Genova-Ovada-Acqui Terme. Lo comunica Rfi. Le condizioni stradali non permettono, al momento, di attivare un servizio bus sostitutivo. Permane la chiusura al traffico ferroviario nella tratta Savona-San Giuseppe sulle linee Savona-Torino e Alessandria-Savona. I treni Torino-Savona e Fossano-San Giuseppe fanno capolinea a Ceva mentre i collegamenti Alessandria-Savona si fermano a San Giuseppe. Attivato un servizio bus tra Ceva-San Giuseppe e Savona. I viaggiatori, scrive Rfi nella nota, sono autorizzati dall’impresa ferroviaria ad utilizzare i treni sull’itinerario Torino-Genova-Savona senza alcun sovrapprezzo.

L’Assessore alla Protezione civile, che sta seguendo l’andamento dei fenomeni in costante contatto con la Sala operativa, raccomanda di limitare gli spostamenti allo stretto necessario, soprattutto nelle zone a maggior rischio e assicura che tutto il sistema di protezione civile e’ come sempre pronto nel portare soccorso ai cittadini in difficolta’, con la massima celerita’ ed efficienza.

Tutte le scuole resteranno chiuse domani nel Verbano Cusio Ossola; analogo provvedimento a Ovada e Acqui Terme.