Previsioni Meteo: veloce puntata anticiclonica ma dal 21-22 ottobre torna il maltempo

Previsioni Meteo: veloce puntata anticiclonica nella prima parte della prossima settimana poi subito, a ruota, tornerebbe a farsi sentire il flusso umido e instabile nordatlantico. Le ultimissime

MeteoWeb

Abbiamo già ipotizzato in precedenti previsioni meteo un tentativo, da parte dell’alta pressione azzorriana, di affermarsi verso l’Europa centro-meridionale e anche verso il Mediterraneo. Per 1/2 giorni, probabilmente, un promontorio anticiclonico associato a un respiro anche più caldo occidentale o sudoccidentale, riuscirebbe a farsi strada anche verso i settori centrali del nostro bacino, apportando maggiore stabilità in via generale, anche verso il Sud, e un aumento generalizzato della temperatura. Si tratterebbe, però, di un’azione piuttosto disturbata dal flusso instabile nordatlantico e destinata a cedere a esso in breve tempo. La parentesi più mite, infatti, potrebbe limitarsi alla prima parte della prossima settimana, ma già con infiltrazioni di aria umida atlantica che inizierebbero a raggiungere la nostra penisola verso giovedì 21/venerdì 22 ottobre.

Dunque, a partire da quelle date e, quindi, sostanzialmente per metà della settimana prossima, il Mediterraneo centrale e l’Italia potrebbero essere nuovamente obiettivo, secondo anche le previsioni meteo ultime, di correnti instabili nordatlantiche. A subire per primi le influenze umide oceaniche, sarebbero i settori settentrionali e poi, a ruota, quelli tirrenici, dove progressivamente tornerebbero nubi via via più diffuse e anche piogge e rovesci abbastanza ricorrenti. Possibili fenomeni anche forti tra il Levante ligure e l’alta Toscana, moderati o forti tra alto Piemonte, alta Lombardia e poi tra Lazio, Campania e Nordovest Calabria. Nei giorni a seguire, entro il 24/25 ottobre, nubi e precipitazioni poi si trasferirebbero progressivamente, sebbene più attenuate, anche verso il resto del Sud e localmente verso le aree del medio-basso Adriatico. Maggiori dettagli sulla possibile nuova fase instabile sull’Italia per gli inizi della terza decade, nei nostri quotidiani aggiornamenti.