Previsioni Meteo: deciso peggioramento autunnale all’orizzonte, forte maltempo nella prima parte della prossima settimana

Previsioni Meteo: una intensa perturbazione atlantica potrebbe raggiungere parte del Mediterraneo, portando rovesci e temporali diffusi, localmente anche violenti. Possibili accumuli fino a 200/300 mm e rischio dissesti. Ecco dove

MeteoWeb

E’ da un po’ di giorni che nelle nostre previsioni meteo stiamo evidenziando la possibilità di un peggioramento autunnale più deciso nella prossima settimana. Questa ipotesi è confermata anche se va evidenziato un dato tendenziale, da parte dei centri di calcolo, circa un possibile importante taglio all’azione perturbata nel senso che essa potrebbe non continuare a lungo, ma limitarsi alla prima parte della settimana. Ancora piuttosto presto, tuttavia, per indagare le mosse bariche oltre i cinque giorni, per cui sul prosieguo della prima decade di ottobre rimandiamo ai prossimi aggiornamenti. In questa sede, però, vogliamo evidenziare le conferme circa un possibile forte maltempo su alcune regioni italiane per la prima parte della prossima settimana e in modo particolare per lunedì 4 ottobre, cui ci riferiamo in questo approfondimento.

Proprio per inizio settimana, infatti, secondo le previsioni meteo, una forte perturbazione atlantica, guidata da un’ampia area depressionaria estesa dal Regno Unito fino al Mediterraneo nordoccidentale e settentrionale, potrebbe interessare in maniera anche pesante soprattutto le nostre regioni settentrionali e del medio-alto Tirreno, dove potrebbe esserci una fase decisamente instabile o su alcune aree anche molto perturbata. Stando ai dati attuali, fronti particolarmente carichi di pioggia potrebbero insistere con veemenza soprattutto sull’alto Piemonte, con ingenti quantitativi di acqua su queste aree e accumuli attualmente stimabili anche fino a 200/300 mm. Molte nubi e piogge sui settori alpini e prealpini, sulla Liguria, qui anche forti, altri rovesci e temporali moderati o forti sul medio-alto Tirreno, specie tra Lazio e Toscana, fenomeni più fiacchi e irregolari su buona parte dell’Emilia-Romagna, sulla bassa pianura lombardo-veneta, sulla Sardegna, localmente fino alla Campania settentrionale. L’azione perturbata attesa per lunedì, non riuscirebbe a spingersi più a Est e più a Sud, per cui il tempo rimarrebbe abbastanza asciutto sulle regioni del medio-basso Adriatico, sul resto di quelle meridionali e sulla Sicilia. Ribadiamo un contesto barico particolarmente critico per l’alto Piemonte, se le previsioni meteo dovessero rimanere quelle proposte negli ultimi aggiornamenti. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo per inizio della settimana prossima attraverso quotidiani aggiornamenti.