Previsioni Meteo Ottobre: prospettive fredde e instabili, temperature sotto la media in gran parte d’Italia

Previsioni Meteo: insistenza di un flusso di correnti settentrionali o più spesso continentali con temperature sotto la media su gran parte d'Italia e ricorrenti piogge su diverse regioni. Ecco l'evoluzione per il resto di ottobre con le aree più esposte all'instabilità

MeteoWeb

Le previsioni meteo sul più lungo periodo, quasi per tutto il resto di ottobre o almeno fino al 22-24, date fino alle quali le simulazioni modellistica appaiono più verosimili, continuano a proporre, oramai da diversi giorni, una possibile circolazione impostata mediamente su correnti settentrionali o ancora più spesse continentali. Nella sostanza, va sempre più evidenziandosi la tendenza a un’azione meridiana decisamente occidentale del fronte stabilizzante subtropicale, con il promontorio anticiclonico che andrebbe collocandosi con preferenza tra l’Ovest e Nord Europa e con il Mediterraneo centrale fortemente esposto a impulsi instabili e spesso anche a carattere relativamente freddo, compatibilmente al periodo di inizio autunno.

Il tipo barico medio prospettato per i prossimi 15 giorni circa, o probabilmente fino anche a fine mese, potrebbe essere, in linea di massima, stando alle ultime previsioni meteo, quello espresso nell’immagine in evidenza dove, appunto, si nota un sostanziale blocco alla circolazione umida atlantica a favore, invece, di correnti instabili e piuttosto fredde provvedimenti dall’Est Europa, ma anche dalla Russia. Certamente la configurazione prospettata non sarebbe continua, avrebbe ovvie variazioni come è naturale che sia su un arco di tempo piuttosto lungo, tuttavia, una disposizione abbastanza simile della circolazione potrebbe presentarsi in più occasioni per il prosieguo di ottobre. Dunque, un mese autunnale che proporrebbe progressivamente connotati anche simil invernali in alcune fasi, con cali termici abbastanza significativi e occasioni per primi fiocchi in Appennino a quote di media montagna, se non temporaneamente anche di media-bassa montagna. Infine, prospettiamo anche, immagine interna, un possibile quadro di massima relativo alle anomalie precipitazioni le quali, in un contesto di circolazione meridiana, potrebbero risultare un po’ sopra la norma su tutti i settori del medio-basso adriatico e su quelli meridionali, localmente su Est Sardegna, anche più accentuatamente sopra norma sulla Puglia, sulla Lucania, localmente sulla Calabria ionica e sul Nord della Sicilia. Possibili precipitazioni un po’ sotto la norma sul medio-alto Tirreno, su Ovest Sardegna e sulle regioni settentrionali in genere, eccetto la Romagna meridionale.