Qualità dell’aria, alte quantità di biossido di azoto nel Nord Italia: l’immagine del satellite che lo rivela

I livelli di NO₂ misurati da Sentinel-5P a metà ottobre sono superiori a quelli misurati all'inizio di marzo 2021, per via dell'alta pressione che ha deteriorato la qualità dell'aria

MeteoWeb

Il satellite Copernicus Sentinel-5P ha fornito l’immagine dei dati acquisiti in merito alla qualità dell’aria nel Nord Italia il 15 ottobre 2021. L’immagine, visibile in alto, mostra la concentrazione di biossido di azoto (NO₂) nella Pianura Padana nel Nord Italia.

I livelli di NO₂ misurati da Sentinel-5P a metà ottobre sono superiori a quelli misurati all’inizio di marzo 2021 (valori 0,125 mmol/m2 superiori a 0,1 mmol/m2 di marzo). Ciò deriva dalla presenza di un forte sistema di alta pressione che ha influito sulla circolazione atmosferica e ha causato un diffuso deterioramento della qualità dell’aria.

La missione Copernicus Sentinel-5P è la prima missione satellitare Copernicus dedicata al monitoraggio della composizione dell’atmosfera terrestre. Il suo obiettivo principale è eseguire misurazioni della qualità dell’aria, delle forzanti climatiche (fattori esterni, come le emissioni di gas serra o dei vulcani, che influenzano il bilancio energetico del clima), le radiazioni UV e la concentrazione di ozono con un’elevata risoluzione spazio-temporale.