Studio dimostra che i ragazzi sani sono più a rischio di ricovero per miocardite da vaccino che per Covid

Secondo uno studio americano, i ragazzi sani tra i 12 e i 15 anni hanno da 4 a 6 volte più probabilità di diagnosi di miocardite correlata al vaccino rispetto al finire in ospedale per Covid

MeteoWeb

I ragazzi sani potrebbero avere più probabilità di essere ricoverati in ospedale con un raro effetto collaterale del vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech rispetto al Covid stesso, secondo quanto sostenuto da ricercatori americani. La loro analisi dei dati medici suggerisce che i ragazzi tra i 12 e i 15 anni, senza patologie preesistenti, hanno da 4 a 6 volte più probabilità di diagnosi di miocardite (un’infiammazione del cuore) correlata al vaccino rispetto al finire in ospedale per Covid in un periodo di 4 mesi.

La maggior parte dei bambini che ha sperimentato questo raro effetto collaterale aveva sintomi entro pochi giorni dalla seconda dose del vaccino Pfizer, anche se un effetto collaterale simile è osservato anche con il vaccino Moderna. Circa l’86% dei ragazzi colpiti ha avuto bisogno cure ospedaliere, affermano gli esperti americani.

Saul Faust, Professore di immunologia pediatrica e malattie infettive all’Università di Southampton, non coinvolto nello studio, ha dichiarato che i risultati sembravano giustificare l’approccio cauto adottato sui vaccini agli adolescenti dalla Joint Committee on Vaccines and Immunisation (JCVI) del Regno Unito, che non aveva consigliato la vaccinazione nei 12-15enni sani, posizione poi messa da parte quando è stato deciso di vaccinare con una sola dose del vaccino Pfizer i ragazzi dai 12 ai 15 anni.

Nello studio, la Dott.ssa Tracy Høeg (Università della California) e colleghi hanno analizzato le reazioni avverse ai vaccini Covid nei ragazzi americani di 12-17 anni durante i primi sei mesi del 2021. Hanno valutato che il tasso di miocardite dopo due dosi del vaccino Pfizer era di 162,2 casi per milione per i ragazzi sani tra i 12 e i 15 anni e di 94 casi per milione per i ragazzi sani di 16-17 anni. I tassi equivalenti per le ragazze erano rispettivamente di 13,4 e 13 casi per milione. La stragrande maggioranza delle miocarditi compare dopo la seconda dose di vaccino.

Per i ragazzi di 12-15 anni senza patologie preesistenti che avevano ricevuto la seconda dose di vaccino a mRNA, il tasso di eventi cardiaci avversi è 3,7-6,1 volte più alto rispetto al rischio di ricovero per Covid-19 a 120 giorni; per i ragazzi di 16-17 anni, questo tasso è di 2,1-3,5 volte più alto, riporta lo studio.