Un forte terremoto ha colpito di nuovo Creta: 2 settimane fa un’altra scossa ma i due eventi non sono collegati – FOTO

Un forte terremoto ha colpito l’isola greca di Creta, due settimane e un giorno dopo un'altra forte scossa: le ultime notizie

  • Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
    Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
  • Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
    Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
  • Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
    Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
  • Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
    Foto di Nikos Chalkiadakis / Ansa
  • USGS
    USGS
  • USGS
    USGS
/
MeteoWeb

Un forte terremoto ha colpito l’isola greca di Creta, due settimane e un giorno dopo che un’altra scossa ha ucciso un uomo e danneggiato centinaia di edifici. L’Istituto di Geodinamica di Atene ha dichiarato che il terremoto avvenuto in mare ha avuto una magnitudo di 6.3 e si è verificato alle 12:24 locali (le 11:24 in Italia) al largo della costa orientale dell’isola. È stato avvertito fino alla costa della Turchia e a Cipro, oltre 500km ad est. Pochi minuti dopo la scossa principale, si sono verificate repliche di magnitudo 4.1 e 4.6.

Non ci sono notizie di gravi danni o feriti ma una piccola chiesa vicino all’epicentro, vuota al momento della scossa, è parzialmente crollata. I residenti di Heraklion, la città più grande dell’isola, si sono precipitati fuori quando hanno sentito la scossa, mentre gli studenti di molte scuole si sono riuniti all’aperto. “Il terremoto è stato avvertito in tutta l’isola e ha provocato preoccupazione perché sentiamo ancora le repliche del terremoto precedente”, ha detto Yiannis Leondarakis, vicegovernatore regionale di Creta. Il sisma ha scosso anche le vicine isole greche di Karpathos, Kassos e Rodi ma non ci sono notizie di gravi danni.

A seguito della scossa principale, il Centro Allerta Tsunami (CAT) dell’INGV ha diramato un messaggio di allerta tsunami di livello Advisory (Arancione) per la Grecia, in particolare per la zona di Creta e le isole adiacenti. Le autorità locali hanno riportato un rigonfiamento nel livello del mare intorno al porto di Ierapetra, sulla costa orientale di Creta, e hanno avvisato i residenti a stare lontani dalla costa.

Centinaia di persone delle comunità a sud di Heraklion sono rimasti senza casa dopo il terremoto di magnitudo 5.8 del 27 settembre. Un uomo è stato ucciso mentre eseguiva lavori di restauro in una chiesa che è stata danneggiate nell’area.

I sismologi affermano che il terremoto di oggi e quello del 27 settembre si sono verificati su linee di faglia diverse. La zona dell’arco ellenico è una delle regioni sismicamente più attive del Mediterraneo. Proprio lungo questo arco, nel settore ovest dell’isola di Creta, è avvenuto il terremoto che ha generato lo tsunami più significativo del Mediterraneo, nel 365 d.C.

Violento terremoto a Creta, il momento della scossa [VIDEO]