2021 anno da record per le piogge estreme negli USA: i dettagli dell’analisi di Climate Central

Un'analisi di Climate Central rivela che il 2021 è stato un anno da record per gli eventi di precipitazioni estreme da costa a costa negli USA

MeteoWeb

“Il cambiamento climatico sta sovraccaricando il ciclo dell’acqua, rendendo più pesanti le piogge più intense di ogni anno”, riporta un approfondimento di Climate Central, organizzazione non profit composta da gruppo di scienziati e comunicatori che conduce ricerche e riporta fatti sui cambiamenti climatici e su come influenzano la vita delle persone. Utilizzando i dati sulle precipitazioni giornaliere dell’Applied Climate Information System, Climate Central ha calcolato la precipitazione massima giornaliera annuale dal 1950 al 2021 (fino al 31 ottobre) per 246 località degli USA, elaborando la mappa in alto.

Climate Central ha rilevato che il 72% (178) delle 246 località analizzate ha visto un aumento della quantità di pioggia caduta nel loro giorno più piovoso dell’anno dal 1950. Le località lungo la Costa del Golfo e il Medio Atlantico hanno registrato il maggiore aumento di volume nei loro eventi di precipitazioni più pesanti. Houston è in cima alla lista con 71mm in più nel suo giorno annuale più piovoso rispetto al 1950, o un aumento dell’83%. Seguono Greenville (North Carolina), Pensacola (Florida), Hattiesburg (Mississippi) e Baton Rouge (Lousiana).

L’analisi di Climate Central rivela che il 2021 è stato un anno da record per gli eventi di precipitazioni estreme da costa a costa. Per il 15% di 2568 stazioni valutate in un’analisi più ampia, il giorno più piovoso del 2021 si colloca tra i primi dieci giorni annuali più piovosi mai registrati. Fino alla fine di ottobre, 37 di queste località (tra cui Sacramento (California), Newark (New Jersey) e La Crosse (Wisconsin)) hanno vissuto il loro giorno più piovoso dal 1950. Le precipitazioni record nel nord-est del Paese sembrano diverse rispetto al più arido ovest. Ad esempio, il nubifragio da record di 137mm a Sacramento il 24 ottobre ha rappresentato il 48% delle precipitazioni dall’inizio dell’anno nella città, mentre il record di 213mm di Newark dell’1 settembre comprendeva solo il 16% delle precipitazioni dall’inizio dell’anno nella città.

L’aumento delle temperature e le precipitazioni estreme sono collegate. Un mondo in fase di riscaldamento porta a periodi più intensi sia di piogge estreme che di siccità perché le temperature più elevate portano a una maggiore evaporazione dalla terra e dal mare, riporta l’analisi. Si prevede che la frequenza e l’intensità degli eventi di piogge intense aumenteranno con un ulteriore riscaldamento nel corso di questo secolo, si legge.

Le forti piogge comportano molti rischi, tra cui inondazioni e colate di fango, anche nelle località più aride.

Perdite economiche: le inondazioni sono uno dei pericolosi più costosi legati al clima negli Stati Uniti, causando danni per 43 miliardi di dollari negli ultimi cinque anni (2016-2020). Si stima che le precipitazioni estreme siano responsabili di oltre un terzo dei danni provocati dalle inondazioni. I danni alle terre coltivate e alle infrastrutture critiche durante le inondazioni del 2019 in otto stati lungo il fiume Missouri sono stati pari a 11,6 miliardi di dollari, diventando uno degli eventi di inondazione nell’entroterra più costosi mai registrati.

Minacce alla salute pubblica: le alluvioni possono esporre gli individui a contaminanti tossici, malattie trasmesse dall’acqua e detriti pericolosi. Le inondazioni in Tennessee dell’agosto 2021 hanno provocato oltre 20 morti per annegamento. L’esposizione a pericoli come inondazioni, colate di fango e precipitazioni estreme è stata collegata a un aumento dei disturbi mentali post-traumatici.

Disordine sociale: i nubifragi possono allontanare le famiglie dalle loro case, compromettere le economie agricole annegando i raccolti e impedire l’accesso ai servizi pubblici come l’assistenza sanitaria e l’istruzione. Le conseguenze delle inondazioni sono esagerate nelle comunità povere e rurali. Gli oneri finanziari e psicologici dell’esposizione alle inondazioni complicano la ricerca del recupero e della mobilità sociale.