Allerta Meteo, violenta ondata di maltempo in arrivo da Ovest: forti temporali, alto rischio alluvioni domani al Centro/Sud

Previsioni Meteo: scarsi fenomeni nella giornata odierna, ma via via piogge più intense in serata sulla Sardegna e qualcuna più intensa sul medio Tirreno e al Sud. Forte perturbazione domani con piogge e temporali diffusi, localmente violenti entro sera. Locali nevicate fino a bassa quota. I dettagli

MeteoWeb

Confermate le previsioni meteo di un peggioramento nelle prossime 36/40 ore su tutta Italia. Il vortice instabile responsabile del nuovo maltempo si sta spostando dalla Penisola Iberica verso Est, attualmente con perno in prossimità delle Baleari, in spostamento domani tra il Golfo del Leone e la Sardegna. Da questa posizione, come mostrato nella barica in evidenza, influenzerà tutta la nostra penisola, scagliando fronti perturbati in contesto circolatorio portante mediamente meridionale. Intanto, per oggi, non succederà un granché, da evidenziare soltanto le consuete nubi basse sulle regioni del medio-basso Adriatico, diffusamente su quelle meridionali, ma associate a scarsi fenomeni, salvo un po’ di rovesci locali in queste ore sulla Sicilia orientale, qualcuno localizzato sulla Calabria settentrionale e sulle coste settentrionali del barese, altri rovesci più diffusi, invece, sulla Sardegna orientale.

Per le prossime ore pomeridiane e serali, rovesci più importanti, secondo le previsioni meteo, riguarderanno il Sud della Lucania, le coste ioniche settentrionali della Calabria, quelle ioniche pugliesi, ancora locali rovesci sulla Sicilia orientale e sull’Est della Sardegna, qui con tendenza a nubi e qualche rovescio anche a Ovest. Tempo in prevalenza asciutto altrove e anche ampiamente soleggiato, salvo nubi sul medio Adriatico e sui settori relativi appenninici. Da rilevare, in serata, un peggioramento più intenso sulla Sardegna con rovesci e temporali più diffusi, soprattutto sui settori occidentali, e temporali in estensione anche verso il medio-basso Tirreno in mare, poi verso il basso Lazio e il Nordovest della Campania. Ma il peggioramento più intenso arriverà nella notte, poi ancora nel corso di domani, quando fronti decisamente più organizzati raggiungeranno un po’ tutta l’Italia apportando rovesci e temporali diffusi, più forti sulle regioni tirreniche tutte, anche sul Centro Nord Appennino e poi, soprattutto nel tardo pomeriggio sera, tra la Sicilia e i settori ionici. Possibili fenomeni anche violenti, localmente, sul medio-basso Tirreno, Lazio, Ovest Campania, Sicilia e Calabria ionica, nelle aree contrassegnate in lilla, con il rischio di allagamenti lampo e locali dissesti. Si conferma il rischio allagamenti anche sulla capitale Roma. Infine, uno sguardo anche alla neve, che cadrà abbondante sui settori alpini piemontesi, soprattutto centro-meridionali, nevicate entro sera un po’ su tutto l’arco alpino, mediamente tra 1.100 e 1.400 m, ma conferme per neve bassa fino a 200/300 m, soprattutto sul Cuneese meridionale, sul Sud Astigiano e localmente sui settori interni del Genovese-Savonese. Le temperature sono attese in calo al Nord, soprattutto al Nordovest e anche sulla Sardegna, alta Toscana, mediamente stazionarie altrove o in lieve aumento sul medio-basso Adriatico.