Archeologia, inquietante scoperta in Cina: trovate antiche tombe di bambini

La scoperta di queste tombe fornisce materiale prezioso per studiare le usanze funerarie della zona e per capire il sistema di sepoltura dei bambini nell'antica Cina

MeteoWeb

Una equipe di archeologi ha portato a termine una scoperta inquietante ma altrettanto interessante da un punto di vista storico: sono state ritrovate delle tombe con sepoltura in urna contenenti i resti di 128 bambini, vicino alle rovine di un’antica città della dinastia Han (202 a.C.- 220 d.C.), nella regione autonoma della Mongolia interna, nella Cina settentrionale. A diffondere la notizia è stato l’istituto di ricerca regionale di archeologia e beni culturali.

Le tombe, al cui interno erano presenti delle bare rivestite, sono state trovate per lo più nella contea di Liangcheng, nella città di Ulanqab; in base alle caratteristiche delle monete dissotterrate, del rivestimento e delle ceramiche, si ritiene che risalgano a circa 2.000 anni fa.

È la prima volta che viene fatta una simile scoperta, con così tante bare rivestite. Secondo Wu Cheng, ricercatore del Museo di Hohhot, quella nelle urne era una tipologia di sepoltura rara e speciale usata appositamente per i bambini. Una squadra locale di archeologi ha condotto lo scavo da maggio a ottobre nella zona di Daihai della regione. La scoperta di queste tombe fornisce materiale prezioso per studiare le usanze funerarie della zona e per capire il sistema di sepoltura dei bambini nell’antica Cina, ha aggiunto Wu.