Covid, è psicosi da variante: Israele e Portogallo si blindano, New York dichiara emergenza. Ma non è detto che Omicron causi malattia grave

Israele chiude le frontiere, il Portogallo si blinda e New York dichiara lo stato d'emergenza: la variante Omicron è davvero più pericolosa delle tante altre varianti che abbiamo già visto?

MeteoWeb

La variante Omicron del Covid-19 fa paura. Fino a questo momento in Italia è stato registrato un solo caso. Il paziente è un dipendente dell’Eni, residente a Caserta, il quale sarebbe sbarcato all’aeroporto di Fiumicino partito dal Sudafrica – proveniente dal Mozambico – l’11 novembre scorso. Al momento della partenza non aveva sintomi ed era negativo al Covid. Dopo l’arrivo nello scalo romano è andato a casa per passare qualche giorno con la sua famiglia a Caserta, dove vive con moglie, due figli ei due suoceri, ed era in buona salute dunque non ha mai sospettato di poter essere positivo al Covid.

Il 15 novembre è di nuovo partito in aereo dallo scalo di Capodichino (Napoli) alla volta di Milano per sottoporsi ad una visita medica programmata dalla sua azienda. Sarebbe dovuto quindi rientrare in Mozambico. Il 16 novembre – dopo una notte passata in albergo nel capoluogo lombardo – si reca nella struttura sanitaria per la visita e viene sottoposto a tampone Covid. Lo stesso giorno riparte da Milano diretto a Fiumicino dove aveva dovuto imbarcarsi per tornare in Africa, ma durante il viaggio viene informato della sua positività. Anche familiari sono positivi e le classi dei due figli erano state messe in quarantena In seguito all’emergere dell’allarme Omicron vengono fatti approfondimenti sul suo caso, dato che proveniva proprio dall’area a rischio. Le analisi dell’ospedale Sacco di Milano sequenziano la nuova variante e a questo punto scatta, sia in Lombardia che in Campania, la corsa al tracciamento dei contatti dell’uomo durante il suo soggiorno in Italia.

Foto Ansa

Ma la variante Omicron è davvero così pericolosa? Il paziente italiano è sempre stato in buona salute ed inoltre è vaccinato con doppia dose. “Rapida nella diffusione, non sappiamo se la variante sia capace di causare malattia grave. Il vaccino ora più che mai, resta fondamentale, unito all’uso della mascherina”. Lo dice Franco Locatelli, coordinatore del Comitato tecnico scientifico, in un’intervista al Corriere della Sera a proposito della variante omicron del coronavirus. “L’attenzione deve essere posta al livello più elevato e bene ha fatto il ministro Speranza per primo, seguito poi dagli altri Ministri Ue, a chiedete tempestivamente controlli ad accessi e voli dagli 8 Paesi che sono stati investiti” dalla nuova variante. “La presenza di mutazioni nelle regioni della proteina Spike riconosciuto dalle infezioni o dalle cellule T linfocitarie potrebbe ridurre parzialmente l’efficacia dei vaccini. Tuttavia, solo ulteriori valutazioni ci daranno una risposta fondata sull’evidenza“, precisa Locatelli.

E nel resto del mondo? In Europa, dopo l’annuncio di Boris Johnson fatto ieri, con il quale ha comunicato che ci sarà un’accelerata sulla terza dose di vaccini e maggiori controlli sui voli dal Sudafrica, è notizia di oggi che la partita di calcio tra Belenenses e Benfica di sabato sera è stata sospesa ‘per Covid ‘, con la squadra di casa ridotta in sei giocatori dopo che aveva iniziato con appena nove in campo a causa dei positivi e delle quarantene per ben 17 membri della rosa.

Foto Ansa

In Portogallo è scoppiata la polemica per la scelta di giocare ugualmente, ma è comunque la spia che il ‘miracolo’ lusitano contro la pandemia rischia di incrinarsi. La quarta ondata di Covid sta infatti allarmando anche il Paese primo della classe in Europa con l’87% della popolazione che ha completato il ciclo vaccinale (il 100% tra gli over 65) e una campagna per la terza dose ben avviata. I numeri sono ancora contenuti, 3.364 nuovi casi e 12 morti nell’ultimo bollettino, ma il premier Antonio Costa non si fida e da mercoledì prossimo ha proclamato lo “stato di calamità” che prevede il ritorno allo smart working e l’obbligo di un tampone negativo per chi entra nel Paese.

Inoltre, per timore della variante Omicron, sono stati sospesi tutti i voli dall’ex colonia del Mozambico. “Non stiamo così bene quanto vorremmo stare“, ha spiegato Costa annunciando una serie di misure. A gennaio i 10 milioni di portoghesi entreranno in una “settimana di contenimento“, non un nuovo lockdown ma un giro di vite dal 2 al 9 gennaio: smart working obbligatorio, discoteche chiuse, vacanze natalizie prolungate per tutti gli alunni (le scuole riapriranno il 10 gennaio), uso della mascherina obbligatorio in tutti gli spazi chiusi. La scelta di una stretta a gennaio potrebbe anche essere una mossa propagandistica in vista delle elezioni anticipate del 30 gennaio in cui il premier punta al bis dopo la rottura della coalizione di sinistra al governo.

E nuove misure di contenimento per la nuova variante arrivano anceh da oltre oceano. Lo Stato di New York, negli, Usa ha dichiarato lo stato di emergenza come misura per fronteggiare la variante omicron del coronavirus. Il governatore dello Stato, la democratica Kathy Hochul, è stata uno dei primi funzionari del Paese a prendere una decisione in merito alla nuova variante del virus. Lo stesso presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha definito questa decisione una “misura precauzionale” visto il rapido progresso di questa variante, e ha invitato i cittadini del Paese a farsi vaccinare. “Abbiamo bisogno che più americani di tutte le età ricevano questa protezione salvavita“, ha detto. Proprio ieri l’immunologo e consigliere del presidente Usa Biden, Anthony Fauci, in un’intervista alla ‘Nbc’ aveva dichiarato che la variante omicron potrebbe già circolare negli Usa: “E’ quasi inevitabile che arrivi dappertutto”.

Foto Ansa

E dalla mezzanotte di oggi anche Israele chiuderà le frontiere ai non residenti, per provare a contenere la diffusione della nuova variante Omicron del coronavirus. I media locali riportano le misure che il governo prenderà oggi, dopo la riunione del “Covidcabinet” di ieri, seguita ad un primo caso della nuova variante in Israele. Tutti gli israeliani che ritorneranno dall’estero dovranno fare almeno tre giorni di quarantena e sottoporsi a due test.