Eruzione alle Canarie: la lava scorre ancora verso la costa, il nuovo delta continua a crescere – FOTO

La colata di lava che negli ultimi giorni ha sommerso una spiaggia di La Palma, creando un delta lavico, continua a crescere

  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Miguel Calero / Ansa
    Foto di Miguel Calero / Ansa
  • Foto di Miguel Calero / Ansa
    Foto di Miguel Calero / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Miguel Calero / Ansa
    Foto di Miguel Calero / Ansa
  • Foto di Miguel Calero / Ansa
    Foto di Miguel Calero / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
  • Foto di Jesus Diges / Ansa
    Foto di Jesus Diges / Ansa
/
MeteoWeb

Continua a crescere il nuovo delta di lava formatosi nelle ultime ore di fianco a uno precedente sull’isola di La Palma (Canarie), dopo che una nuova lingua di lava del vulcano di Cumbre Vieja ha raggiunto il mare. Lo hanno affermato i responsabili del piano d’emergenza messo a punto per l’eruzione. Questa colata ha sommerso una spiaggia prima del contatto con l’acqua e ora si sta “sovrapponendo” al primo delta.

Il movimento della lava, comunque, non ha creato recentemente nuovi danni significativi, perche’ “sta trovando una via d’uscita” verso la costa lungo i solchi creati da colate precedente, ha spiegato il direttore tecnico di questo piano, Miguel Angel Morcuende.

Sinora la lava ha coperto circa 1.000 ettari di terreno a La Palma, distruggendo migliaia di case e infrastrutture. I responsabili del piano d’emergenza per l’eruzione hanno inoltre detto che la qualita’ dell’aria attualmente e’ “buona” in quasi tutta l’isola. Tuttavia, l’alta presenza di ceneri nel comune di Los Llanos de Aridane, uno dei piu’ vicini al vulcano, rende consigliabile per la popolazione locale rimanere il piu’ possibile in casa o indossare una mascherina Ffp2 nel caso di dover uscire.