Covid, i vaccinati hanno lo stesso rischio di infettare dei non vaccinati: lo studio dell’Università di Yale

E' stato valutato il potenziale di trasmissione di persone vaccinate e non vaccinate infettate dalla variante SARS-CoV-2 Delta in una prigione federale

MeteoWeb

La misura in cui le persone vaccinate che vengono infettate da SARS-CoV-2 contribuiscono alla trasmissione del virus non è chiara. Durante un focolaio della variante Delta di SARS-CoV-2 tra detenuti di una prigione federale con alti tassi di vaccinazione, un’equipe di ricercatori statunitensi dell’Università di Yale, ha valutato i marcatori di diffusione virale in persone vaccinate e non vaccinate.

Come si legge nello studio, i detenuti consenzienti con infezione confermata da SARS-CoV-2 hanno fornito campioni nasali ogni giorno per 10 giorni consecutivi e hanno riportato i dati sui sintomi tramite questionario. Su questi campioni nasali è stata eseguita la reazione a catena della polimerasi di trascrizione inversa in tempo reale (RT-PCR), il sequenziamento dell’intero genoma virale e la coltura virale. La durata della positività alla RT-PCR e la positività della coltura virale è stata valutata utilizzando l’analisi di sopravvivenza.

I risultati sono stati ottenuti da un totale di 978 campioni forniti da 95 partecipanti, di cui 78 (82%) erano completamente vaccinati e 17 (18%) non erano completamente vaccinati. Non sono state rilevate differenze significative nella durata della positività alla RT-PCR tra i partecipanti completamente vaccinati rispetto a quelli non completamente vaccinati o nella durata della positività colturale. Tra i partecipanti completamente vaccinati, la durata complessiva della positività della coltura è stata più breve tra i destinatari del vaccino Moderna rispetto ai destinatari del vaccino Pfizer o Janssen.

Poiché questo campo continua a svilupparsi, – concludono i ricercatori – i medici e gli operatori della sanità pubblica dovrebbero considerare le persone vaccinate che vengono infettate da SARS-CoV-2 come non meno infettive delle persone non vaccinate.