Il Meteo in Veneto: fase con nubi e precipitazioni, schiarite da domenica

Domani molte nubi, ma con delle schiarite soprattutto dalla tarda mattinata in poi sulle zone pianeggianti

MeteoWeb

La caratteristica saliente del periodo è il progressivo ingresso da nord-ovest sul continente europeo di una significativa circolazione ciclonica con aria fredda; sulla nostra regione ne conseguono fasi con più nubi e un po’ di precipitazioni più frequenti all’inizio, seguite da schiarite soprattutto da domenica; dopo l’afflusso di correnti relativamente miti fino a venerdì, il clima comincerà a divenire più freddo a partire dai monti“: sono le previsioni meteo per il Veneto, contenute nel consueto bollettino elaborato dagli esperti Arpav.

Oggi cielo prevalentemente coperto, salvo locali schiarite più che altro all’inizio sulle Dolomiti settentrionali; precipitazioni sparse o a tratti abbastanza diffuse, in genere deboli ma con locali modeste intensificazioni; limite delle nevicate sui 1300-1600 m; moderati rinforzi di Bora su costa e zone adiacenti, di Scirocco in quota sulle Prealpi; riguardo alle temperature, rispetto a mercoledì prevarrà un contenuto calo.

Domani molte nubi, ma con delle schiarite soprattutto dalla tarda mattinata in poi sulle zone pianeggianti; possibili foschie a bassa quota durante le ore più fredde.
Precipitazioni: Probabilità nel complesso medio-bassa (25-50%); nelle primissime ore fenomeni sparsi e deboli insisteranno più che altro ad est; dopo un diradamento piuttosto netto in mattinata, essi si ripresenteranno su alcune zone ancora prevalentemente deboli e da locali a sparsi; limite delle nevicate a circa 1200-1500 m.
Temperature: Minime stazionarie o in calo al più contenuto sulle zone più a sud-est e altrove in aumento, specie a nord-est; massime stazionarie o in leggero calo sulle zone costiere, in moderato aumento specie su Prealpi e pianura interna.
Venti: In quota moderati da sud-ovest, anche tesi nelle ultime ore; altrove in prevalenza deboli con direzione variabile, salvo moderati rinforzi dai quadranti occidentali al mattino sulla pianura centro-meridionale.
Mare: Poco mosso.

Sabato 27 cielo sulle zone montane in prevalenza molto nuvoloso o coperto, su quelle pianeggianti irregolarmente nuvoloso con maggiori schiarite; non si esclude qualche parziale riduzione della visibilità a bassa quota durante le ore più fredde.
Precipitazioni: Probabilità da bassa (5-25%) a medio-alta (50-75%) andando da sud a nord, per fenomeni da locali a sparsi soprattutto nella seconda parte della giornata, in prevalenza modesti ma con possibilità di qualche rovescio; limite delle nevicate in abbassamento fino a circa 700-1000 m sulle Prealpi e a fondovalle sulle Dolomiti.
Temperature: Minime in contenuto calo sulle zone montane e pedemontane, stazionarie o in leggero aumento altrove; massime in diminuzione sulle zone montane e pedemontane, un po’ in aumento su quelle centro-meridionali e pressochè stazionarie altrove.
Venti: In quota da sud-ovest, moderati in mattinata e per il resto generalmente tesi; nelle valli, deboli con direzione variabile; sulla pianura interna deboli, a tratti con direzione variabile e a tratti dai quadranti nord-orientali; altrove, perlopiù moderati da sud-ovest.
Mare: Molto mosso specie al largo, temporanee attenuazioni del moto ondoso soprattutto sottocosta.

Domenica 28 tempo variabile, con addensamenti nuvolosi alternati a spazi di sereno; nelle ore più fredde, probabili locali riduzioni della visibilità in pianura e nelle valli; sarà ancora possibile qualche precipitazione, in prevalenza modesta salvo occasionali rovesci sulla bassa pianura, eventualmente con fiocchi di neve da quote dell’ordine dei 500 m; temperature in calo, anche sensibile specie riguardo alle minime in montagna.

Lunedì 29 prevarrà un cielo poco nuvoloso, con ampi spazi di sereno specie in pianura dalla mattinata e a tratti qualche addensamento in più sulle zone montane; temperature minime in calo, anche sensibile specie riguardo alle minime sulle zone montane a nord-est; le temperature massime in quota diminuiranno, altrove subiranno contenute variazioni di carattere locale tra cui qualche lieve diminuzione e degli aumenti, anche significativi sulle zone pedemontane orientali.