Il Meteo in Veneto: forti rovesci e temporali, circolazione ciclonica almeno fino a venerdì

Almeno fino a venerdì circolazione ciclonica in Veneto, per una depressione proveniente da nord-ovest

MeteoWeb

Nel pomeriggio/serata di oggi, lunedì 1 novembre, sono previste precipitazioni estese, anche a carattere di forte rovescio o temporale. I quantitativi di precipitazione potranno essere anche abbondanti specie sulle zone montane, pedemontane e pianura nordorientale della regione. Venti di scirocco, temporaneamente forti, sulla costa e alto Adriatico“: è quanto segnalano gli esperti Arpav in relazione alla situazione meteo delle prossime ore in Veneto. Per quanto riguarda invece l’evoluzione generale è prevista “almeno fino a venerdì circolazione ciclonica per una depressione proveniente da nord-ovest che porterà precipitazioni lunedì, mercoledì e giovedì“.

Oggi precipitazioni estese, frequenti, anche con rovesci, con accumuli crescenti andando da sud a nord; quota neve di pomeriggio ben sopra i 2000 m, di sera sulle Dolomiti in calo fino anche a 1500 m. Le temperature di pomeriggio saranno più basse e di sera con andamento irregolare, con differenze anche sensibili rispetto a domenica; valori pomeridiani sotto la media anche di molto, valori serali non distanti dalla media. Venti: sulla pianura proverranno tesi/forti da sud-est e andando dalla costa alla pedemontana tenderanno a disporsi da nord-est divenendo moderati/tesi; nelle valli deboli/moderati con direzione variabile; in alta montagna moderati/tesi da sud-ovest.

Domani di notte nuvolosità in diminuzione da ovest con qualche nebbia nelle valli prealpine, di giorno cielo sereno o poco nuvoloso, di sera poco o parzialmente nuvoloso.
Precipitazioni: Di notte probabilità bassa (5-25%); saranno modeste e locali su Alto Veneziano, Trevigiano, Bellunese e zone limitrofe con quota neve in prevalenza a 1500/1800 m. Dal mattino assenti.
Temperature: Rispetto a lunedì differenze anche sensibili. Sulla pianura di notte andamenti irregolari, di giorno in aumento, di sera in calo con minime nelle ultime ore in varie zone. Sui monti in calo eccetto aumenti diurni nelle valli. Valori in genere non distanti dalla media.
Venti: Sulla pianura deboli/moderati, fino al mattino da ovest e dal pomeriggio con direzione variabile. Sui monti in prevalenza deboli/moderati e sulle Prealpi a tratti tesi, da sud-ovest.
Mare: Da molto mosso a mosso col passar delle ore.

Mercoledì 3 sulla pianura nella prima metà di giornata nuvolosità in aumento con nebbie sparse fino all’alba e in dissolvimento al mattino, dal pomeriggio ovunque cielo coperto. Sui monti coperto.
Precipitazioni: Probabilità bassa (5-25%) fino all’alba, in aumento nel corso della giornata a partire dai monti e ovunque alta (75-100%) di sera; attese specie nella seconda metà di giornata, quando saranno più probabili anche rovesci, con accumuli crescenti andando dalla costa alle zone pedemontane e montane. Quota neve dapprima attorno a 1400-1600 m sulle Dolomiti e 1700-1900 m sulle Prealpi, ma in graduale risalita fino a superare i 2000 m.
Temperature: Rispetto a martedì generalmente fino al pomeriggio saranno più basse e di sera più alte, anche sensibilmente.
Venti: Sulla pianura proverranno moderati/tesi da sud-est, ma andando dalla costa alla pedemontana tenderanno a divenire deboli/moderati disponendosi da nord-est. Nelle valli deboli/moderati con direzione variabile. In alta montagna da moderati/tesi a tesi/forti col passar delle ore, da sud-ovest.
Mare: Da mosso a molto mosso col passar delle ore.

Giovedì 4 fino al mattino nuvole e precipitazioni con quota neve in calo fino a 1600-1800 m, dal pomeriggio rasserenamenti e di sera sulla pianura delle nebbie. Temperature in aumento fino al pomeriggio e in calo di sera con minime nelle ultime ore.

Venerdì 5 alternanza di nuvole e rasserenamenti, senza precipitazioni e sulla pianura con delle nebbie notturne in dissolvimento al mattino. Temperature in calo di notte e con andamento irregolare di giorno.