Previsioni Meteo, forte maltempo da Nord a Sud e neve fino a bassa quota giovedì 25: alto rischio nubifragi e allagamenti a Roma, i dettagli

Previsioni Meteo: un vortice instabile a carattere più freddo di matrice scandinava e in azione tra il Golfo del Leone, la Sardegna e l'alto Tirreno, porterà piogge e temporali diffusi da Nord a Sud, anche violenti su alcune aree, e nevicate fino a bassa quota. Le ultimissime

MeteoWeb

Previsioni meteo confermate circa l’arrivo di un maltempo più esteso per giovedì 25 novembre. In queste ore e ancora per domani, mercoledì, sul Mediterraneo centrale è attiva una moderata bassa pressione in prossimità del medio-basso Tirreno in grado di arrecare ancora instabilità, soprattutto al Centro Sud, localmente sul Piemonte, tuttavia fenomeni più circoscritti. Già nel corso della giornata di domani, un vortice instabile collocato sulla Spagna, avanzerà verso Est, per di più agganciandosi a un flusso perturbato a carattere più freddo in discesa dal Mare del Nord. Entro la giornata di giovedì 25, la nuova azione depressionaria rinvigorita e in azione più a Est, tra il Golfo del Leone, la Sardegna in l’alto Tirreno, invierà fronti perturbati verso l’Italia con piogge e temporali diffusi da Nord a Sud entro la sera di giovedì.

Secondo le previsioni meteo ultime, l’azione occidentale comporterà un maggiore coinvolgimento instabile delle nostre regioni più a Ovest, quindi piogge, rovesci e temporali più diffusi e forti, come visibile nella mappa precipitazioni interna, un po’ su tutte le nostre regioni tirreniche, fino alla Sicilia e alla Calabria meridionale, ma piogge diffuse anche sulle regioni settentrionali, sulla Sardegna e sulle aree centrali adriatiche. Attenzione a possibili fenomeni intensi o violenti tra l’alta Toscana e l’estremo Levante ligure, sulla Sicilia, Sud Reggino e sul Lazio centrale, con possibili allagamenti lampo e locali dissesti. Allerta anche sulla Capitale Roma, dove potranno arrivare nubifragi e allagamenti anche importanti. Piogge più irregolari e un po’ meno intense sulle aree del medio-basso Adriatico e su quelle interne tra Lucania, Calabria e Puglia, localmente anche su Est Molise e Est Abruzzo. Nel contesto perturbato un rilievo va dato alle nevicate che riguarderanno tutto l’arco alpino intorno ai 1.100/1.300 m, ma nevicate fino a bassa quota, 200 m, sul Piemonte sud-orientale e sulle aree interne liguri, soprattutto tra Aqui Terme, Novi Ligure e i settori confinali del Genovese. In riferimento alle temperature, le previsioni meteo computano un calo sulla Sardegna e al Nordovest, più o meno stazionarie altrove o in leggero aumento su estremo Sud.