Malore improvviso stronca Giampaolo Pietra e Alfonso Siano: deridevano i non vaccinati, “siamo stanchi di loro”

La triste storia di Giampaolo Pietra e Alfonso Siano: professionisti vaccinati contro il Covid-19 stroncati da un malore improvviso, sbeffeggiavano e deridevano i non vaccinati

MeteoWeb

Morti improvvisamente, stroncati da un malore improvviso, due attivisti “ultra-vax” che nei giorni scorsi avevano fatto scalpore sui social per aver sbeffeggiato i non vaccinati. Giampaolo Pietra e Alfonso Siano sono deceduti rispettivamente ieri a Sesto San Giovanni e lunedì a Salerno, lasciando tristezza e sgomento nelle loro famiglie, nelle loro comunità e in tutte le persone che gli volevano bene. Stimati professionisti, erano persone molto conosciute che nulla avevano in comune se non la battaglia per le vaccinazioni.

Giampaolo Pietra era uno dei coordinatori di Articolo Uno a Sesto San Giovanni: da sempre impegnato in politica nel mondo della sinistra, membro del comitato di presidenza dell’Anpi cittadino e fondatore del partito di Bersani e Speranza, è deceduto all’improvviso a 66 anni. Il partito lo ha ricordato con una nota ufficiale: “questa bruttissima notizia ci ha colto del tutto impreparati. Nessuno di noi se lo aspettava. Anzi stavamo aspettando insieme a lui, con trepidazione e gioia, la nascita della sua nipotina“.

Giampaolo Pietra aveva più volte sbeffeggiato i non vaccinati su facebook. Il 20 giugno scriveva: “Ieri mattina seconda dose della dittatura sanitaria. E siccome sono un duro, nessun sintomo, neanche una trombosi passeggera. Vero che il virus lo sconfiggo con il Campari, però anche il vaccino può fare la sua parte giocando di squadra. Chi non salta è un antivax, chi non salta è un antivax, oh oh“. Poi il 24 giugno: “Ci sono ignoranti, non a caso fascisti, che scrivono che al posto dei vaccini si dovrebbero fare le cure domiciliari contro il Covid-19 […]“. L’attacco più duro poche settimane fa, il 17 Ottobre quando pubblicava una foto di una lunga fila fuori da una farmacia due giorni dopo l’introduzione dell’obbligo del Green Pass per il lavoro: “Beh – scriveva Pietrapassare davanti ad una farmacia con la lunga coda per fare il tampone per poter andare a lavorare domani e passare oltre trattenendo un sorrisetto è un piacere. Fate pure la coda, io il green pass ce l’ho in tasca perchè sono vaccinato, per me e anche per voi“. Adesso la triste e drammatica notizia del decesso improvviso.

Più moderati erano gli attacchi ai non vaccinati da parte di Alfonso Siano, 73 anni, noto imprenditore di Salerno titolare dell’omonima ottica, grande appassionato di basket e già consigliere comunale in una lista di sinistra. Siano, ex cestista, allenatore e presidente della Pallacanestro Salerno, era molto noto in città ed è deceduto improvvisamente per un malore nel suo negozio di ottica nel quartiere Pastena. Appena tre settimane fa voleva organizzare un corteo “per dimostrare che noi vaccinati siamo stanchi di essere succubi dei novax“.