Maltempo in Sicilia, Canicattì chiede lo stato di calamità: danni per 4 milioni da 2 tornado e nubifragi

Gli ultimi violenti eventi di maltempo che hanno colpito Canicattì hanno provocato danni per 4 milioni di euro: chiesto lo stato di calamità

MeteoWeb

Il Comune di Canicattì, in provincia di Agrigento, ha deliberato la richiesta dello stato di calamità dopo i nubifragi e i due tornado che l’hanno colpita il 28 ottobre e il 9 novembre. Secondo i primi sopralluoghi, per far fronte ai danni sarebbero necessari circa 4 milioni di euro. Gli interventi riguarderebbero la tutela delle reti stradali agricole e urbane; la salvaguardia dello svolgimento delle attività agro-pastorali, quella dei beni di riconoscimento ambientale storico e artistico, dei beni immobili e mobili registrati pubblici e privati e di ogni relativo impianto idrico ed elettrico; il soccorso agli animali.

Segnaleremo inoltre all’assessorato regionale all’Agricoltura la grave situazione che ha colpito le aziende agricole e zootecniche – afferma il sindaco Vincenzo Corbo – e chiederemo al competente Ufficio regionale di Protezione Civile che venga dichiarato dello stato di emergenza. Sono vicino a tutti i comparti produttivi e alla comunità che ancora una volta si trova a dover subire danni ingenti a causa del maltempo e mi adopererò in ogni sede per ottenere i necessari ristori”.