Negli USA via libera al vaccino Pfizer per i bambini da 5 a 11 anni, l’immunologa Viola: “fondamentale per proteggerli”

La vaccinazione dei bambini "permetterà di riprendere la scuola in serenità e di proteggere anche il resto della famiglia e della collettività"

MeteoWeb

Le autorità sanitarie statunitensi hanno dato il via libera definitivo al vaccino anti-Covid di Pfizer-BioNTech per i bambini dai 5 agli 11 anni.
Pochi giorni dopo essere stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA), il vaccino è stato raccomandato dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’ultimo passo necessario per lanciare la nuova fase della campagna di vaccinazione.

Approvato in USA il vaccino anti-Covid19 di Pfizer per i bambini. Dopo la FDA, anche il CDC ha rilasciato l’OK all’utilizzo del vaccino anti-Covid19 per i bambini tra i 5 e gli 11 anni di età. Si tratta di due dosi da somministrare a distanza di 3 settimane, come per gli adulti, ma con un dosaggio più basso (10 microgrammi invece di 30). Nel trial clinico che ha coinvolto circa 4700 bambini, l’efficacia del vaccino è stata intorno al 91% e gli effetti collaterali lievi o moderati. Gli effetti indesiderati più comuni sono il dolore al braccio, la stanchezza o in alcuni casi la febbre; sono più frequenti dopo la seconda dose e durano un paio di giorni,” ha spiegato in un post su Facebook l’immunologa Antonella Viola. “In attesa che anche EMA conceda l’autorizzazione, ricordiamo che la vaccinazione dei bambini è fondamentale per proteggerli da una malattia che, seppur raramente, può manifestarsi in forma severa, che può causare una sindrome infiammatoria multisistemica, e che può causare effetti a lungo termine che ancora non conosciamo. Inoltre, la vaccinazione dei bambini permetterà di riprendere la scuola in serenità, senza interruzioni, e di proteggere anche il resto della famiglia e della collettività”.