Previsioni Meteo Dicembre: prima parte del mese contesa tra anticiclone e irruzioni fredde continentali

Previsioni Meteo: l'anticiclone atlantico e una bassa pressione fredda continentale si contenderanno il Mediterraneo centrale e l'Italia. Rischio di irruzioni fredde, ma anche con fasi di tempo più soleggiato. Ecco la possibile evoluzione

MeteoWeb

Sono state elaborate dai modelli matematici i dati inerenti la circolazione di massima sul più lungo periodo, con previsioni meteo di possibile assetto circolatorio impostato in senso meridiano per la prima parte di dicembre. In via di massima, le simulazioni dei modelli mensili proporrebbero, sullo scacchiere euro-atlantico, due protagonisti principali: un’alta pressione oceanica e una bassa pressione fredda continentale. Intanto precisiamo che queste proiezioni oltre i 15/20 giorni non hanno certamente validità in termini strettamente previsionali, piuttosto ne hanno qualcuna in termini di possibile collocazione di massima del fulcro dei centri barici e  magari anche sulla possibile disposizione prevalente delle correnti portanti alle medie e alte quote.

Ebbene, stando agli scenari proposti dalle ultime simulazioni sul medio-lungo periodo, la collocazione della figura anticiclonica atlantica si porrebbe di blocco, quindi in posizione tale da impedire alle perturbazioni atlantiche di raggiungere il Mediterraneo centrale. Per di più, sembrerebbe, la medesima figura stabilizzante, avere spiccate attitudini a uno slancio meridiano su un asse Spagna-Regno Unito o tratto di Oceano appena a Ovest del Regno Unito. Nel contempo, sull’Est Europa sarebbe piuttosto attiva un’area ciclonica di tipo freddo, con fulcro iniziale in prossimità del Baltico, ma poi in spostamento via via verso Sud e Est. In questo quadro di massima, l’Italia si troverebbe contesa un po’ da entrambe le figure bariche con prospettive di tempo caratterizzato da alcune fasi anticicloniche, all’insegna di un maggiore soleggiato e di una diffusa stabilità, sebbene con nebbie notturne e mattutine sulle aree pianeggianti e anche con abbastanza freddo notturno, e altre fasi con possibili incursioni fredde dai settori continentali o settentrionali. In riferimento a queste ultime, sempre stando al quadro prospettato, le regioni più esposte sarebbero quelle centro-meridionali, di più i versanti adriatici e appenninici dove potrebbero avere luogo condizioni di tempo anche di stampo invernale. Il quadro termico, sia in contesti più anticicloni che in altri più instabili, potrebbe porsi sotto le medie tipiche del periodo, quindi con clima mediamente più freddo della norma. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione sul lunghissimo tempo, apportando periodici aggiornamenti per la prima parte di dicembre.