Previsioni meteo: ipotesi fredda anche per l’Italia nel medio-lungo periodo

Previsioni meteo: ma quale sarà la fase più propizia e dove potranno verificarsi le nevicate fino a bassa quota? Gli ultimi aggiornamenti

MeteoWeb

E’ abbastanza assodato, oramai, stando alle ultime previsioni meteo, un peggioramento diffuso e via via più significativo del tempo nel corso dell’ultima decade di novembre. Abbiamo anche ampiamente rilevato le ragioni, ossia un cavo depressionario di matrice nord-atlantica poi anche con contributi di aria fredda scandinava, che punterebbe il Mediterraneo occidentale e l’Ovest Europa, dove innescherebbe una vasta area di bassa pressione responsabile di fronti perturbati a ripetizione verso l’Italia. Dunque, nella prossima settimana tornerebbe il maltempo su gran parte della nazione ma, relativamente al freddo, aspetto sul quale ci soffermeremo in questa sede, i tempi potrebbero essere relativamente più lunghi.

Per la prima parte della prossima settimana, infatti, l’aria fredda che andrebbe ad alimentare, in un asse Nordest/Sudovest, la circolazione instabile mediterranea, transiterebbe essenzialmente oltralpe quindi, sull’Europa centrale e confluente fino alla Penisola iberica, specie sul Centro Nord della Spagna. Dunque, asse non favorevole ad afflusso di aria fredda verso l’Italia, magari più freddo sui settori alpini ma non ancora significativo. Dal 25/26 del mese, correnti più fredde riuscirebbero a tracimare da Nordovest anche verso il Piemonte e su buona parte delle Alpi, già con opportunità di possibili nevicate fino a quote collinari tra il Torinese e il Cuneese. Via via, nei giorni a seguire, l’asse perturbato potrebbe progressivamente regredire dall’estremo Ovest Europa verso i settori centrali acquistando anche connotati più meridiani. Dunque, sul finire del mese, soprattutto verso il 29/30, l’aria fredda in disposizione più meridiana, riuscirebbe a sfondare probabilmente su tutto il Nord e anche su tutto il Centro Italia per poi farsi ancora più penetrante verso i primi giorni di dicembre verso il Sud. La fase più fredda, dunque, secondo le previsioni meteo sarebbe, per l’Italia, quella tra il 29/30 novembre e il 2/3 dicembre, salvo ancora protrazione poi nel corso della prima settimana di dicembre. In questa fase, le nevicate potrebbero raggiungere con buona facilità le basse quote del Nord e, piuttosto verosimilmente, quelle collinari del Centro Nord Appennino, dalla Toscana, Umbria, Marche fino alla Campania,  probabilmente anche al Nord Puglia e Lucania. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione della possibile fase fredda attesa fra fine mese e inizio dicembre, apportando quotidiani aggiornamenti.