Taiwan sospende i vaccini Pfizer per ragazzi da 12 a 17 anni: troppi casi di miocardite

Secondo le statistiche, il rischio che i giovani soffrano di miocardite dopo aver ricevuto la seconda dose di Pfizer è 10 volte superiore rispetto alla prima dose

MeteoWeb

Il direttore del Central Epidemic Command Center (CECC) Chen Shih-chung ha dichiarato che dietro consiglio di una equipe di esperti si è  deciso di sospendere la somministrazione di seconde dosi di vaccino anti Covid Pfizer-BioNTech per i ragazzi di età compresa tra 12 e 17 anni: il timore è quello che possa aumentare il rischio di miocardite.

Sono infatti stati segnalati casi di miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) e pericardite (infiammazione del rivestimento esterno del cuore) dopo il vaccino Pfizer in giovani tra 12 e 17 anni. Secondo le statistiche statunitensi, il rischio che i giovani soffrano di miocardite dopo aver ricevuto la seconda dose di Pfizer è 10 volte superiore rispetto alla prima dose.

Alcuni paesi hanno modificato le loro politiche in merito alla somministrazione dei vaccini agli adolescenti. Ad esempio, Hong Kong è passata da due dosi di Pfizer a una sola dose per le persone di età compresa tra 12 e 17 anni. Il Regno Unito ha fatto qualcosa di simile, raccomandando una sola dose per i bambini tra i 12 e i 18 anni.

Chen ha affermato che il Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione (ACIP) del Ministero della salute e del benessere ha deciso di interrompere la somministrazione di seconde dosi di Pfizer a questa fascia di età per due settimane, durante le quali esperti e medici dei Centri per il controllo delle malattie (CDC) esamineranno i 16 casi di miocardite tra adolescenti dopo la vaccinazione prima di prendere una decisione definitiva sull’opportunità di procedere con il secondo colpo. Anche i dati internazionali saranno consultati prima che venga presa la decisione finale, ha precisato il capo della CECC, aggiungendo che attualmente i bambini di età compresa tra 12 e 17 anni vengono vaccinati con due dosi in tutto il mondo, tranne a Hong Kong e nel Regno Unito.

Per quanto riguarda l’approvazione dei vaccini Covid-19 per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni, Chen ha affermato che la questione non verrà presa in considerazione fino a quando non sarà risolto il problema della seconda dose con i giovani di età compresa tra 12 e 17 anni.