Torna Time4child, la manifestazione unica in Italia che mette in comunicazione famiglie, scuole e nuove generazioni per immaginare il futuro

Dall’11 al 15 novembre 2021 torna l’evento digitale patrocinato dal Ministero dell’Istruzione. Tema centrale di questa edizione è il “nutrimento”, declinato in tutte le sue forme

MeteoWeb

Nutrire la mente, nutrire la società, nutrire il corpo: “Time4child – Feed the Future” quest’anno immagina il futuro dei ragazzi attraverso i suoi ingredienti principali. Tornano i 4 pillar di Cibo, Mente, Salute, Sostenibilità, a cui se ne aggiunge uno nuovo per questa speciale edizione: quello dei Diritti.

Un’occasione per indagare insieme le criticità e le opportunità che vivono ogni giorno i nostri ragazzi, animati da un sempre crescente dinamismo e da una forte propensione verso la costruzione di un futuro degno delle loro aspettative. Dopo l’esperienza digitale del 2021, anche quest’anno Time4child accoglierà i suoi visitatori all’interno di uno spazio virtuale sfruttando al massimo le potenzialità dello strumento digitale. Una di queste è proprio la capacità di poter entrare in ogni classe, in ogni scuola e istituto del nostro Paese. Uno strumento per entrare tra i banchi di scuola dove si impilano i mattoncini che costruiranno le fondamenta del futuro dei nostri ragazzi.

Time4child – Feed the Future è realizzato con il contributo di Regione Lombardia e patrocinato dal Ministero dell’Istruzione, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Ministero della Transizione ecologica, Ministero del Turismo, CREA, CNR, Enea, AGID, Commissione Difesa Vista Onlus, Indire, Aica, Cineca, UeCoop, Ispra, Women&Tech, FEI, Coldiretti Lombardia, Sport e Salute, Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza e ASVIS.

Il Prof. Luca Bernardo, Direttore del Dipartimento Medicina dell’Infanzia e dell’Età Evolutiva S.C. Pediatria del Fatebenefratelli di Milano e Coordinatore scientifico del progetto, spiega come “le nuove generazioni si troveranno dinanzi a molte più opportunità ma dobbiamo fornire loro gli strumenti per saperle cogliere, oltre a quelli necessari per difendersi dai pericoli insiti nel futuro. Parlare dei problemi del digitale non significa non saper accogliere il futuro ma solo capirlo davvero”.

Durante le giornate si parlerà di corretta alimentazione, di donne e tecnologia, di pari opportunità, di sicurezza online, di fake news e informazione digitale, del benessere visivo, del ritorno a mostrare il proprio volto tra mascherine e una ritrovata socialità, dell’inclusività nel mondo sportivo, del lavoro, dell’educazione alla sostenibilità, dei diritti fondamentali, di protezione delle foreste, del food e dell’arte.

L’intenzione della Cooperativa sociale è da sempre quella di accompagnare genitori, insegnanti ma soprattutto i giovani in quel meraviglioso viaggio che è la scoperta di sé, dei propri desideri e delle personali ambizioni – ha dichiarato Raffaella Fonda Direttrice del progetto – fornendo loro gli strumenti necessari ed adeguati”.

Time4Child ha scelto come ambientazione per questa edizione una città, con uno stile pop, in linea con il target degli utenti a cui è indirizzato, ossia i giovani dai 13 ai 18 anni. Cuore di tutto l’evento è l’Auditorium, in cui gli utenti potranno collegarsi ed assistere a tutti i webinar in diretta.

La grande novità di questa seconda edizione sarà lo spazio Agorà dei diritti. In questo ambiente virtuale si potranno vedere le pillole video in cui persone comuni e personaggi noti argomenteranno le parole legate alla parità di genere: l’attore Stefano Accorsi esporrà il concetto di potere, , i comici Katia Follesa e Angelo Pisani discuteranno della gelosia, la conduttrice radiofonica Flavia Cercato affronterà il tema della vergogna, Stefania Ascari, deputata della Repubblica Italiana, racconterà la vicenda di Saman Habbas, trattando così il concetto di gap culturale, la conduttrice televisiva Camila Raznovich e la giornalista Elena Guarnieri parleranno del sentimento della paura, il conduttore radiofonico e membro della Gialappa’s Band Giorgio Gherarducci dedicherà il suo intervento al tema del possesso. Ci saranno poi insegnanti, giornalisti e tanti altri che affronteranno parole come stalking, denuncia, femminicidio, rabbia, amore tossico.

A parte un vocabolario dei diritti, in cui l’utente potrà soffermarsi su alcuni dei diritti fondamentali di tutti noi (diritto all’istruzione, libertà di espressione, diritto al cibo, diritto alla privacy, diritto all’uguaglianza, diritto al lavoro).

Nello spazio virtuale di Time4Child, ci sarà il centro di ricerca Crea Agroalimentare, Aree on demand in cui gli utenti avranno la possibilità di rivedere i contenuti live, la casa T4C, in cui gli utenti potranno giocare con i temi presentati dalla famiglia Time4child: Cibo, Mente, Salute, Sostenibilità e Diritti. La Mamma Futuro spiegherà come fare.

Infine l’area espositiva, un ambiente da cui si potrà accedere a tutti gli stand dei partecipanti e scoprire i contenuti proposti per gli utenti, tra cui file multimediali, attività di gaming, webinar, pillole video, gallerie immagini. Tra questi, gli stand di Intesa Sanpaolo in collaborazione con il Museo del Risparmio, Eni Scuola, Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e CNR, Binario F From Facebook, Commissione Vista Onlus.

A raccontare la propria esperienza saranno, tra gli altri, nomi di spicco come Elena Bonetti, Ministra per le pari opportunità e la famiglia, Alessandro Politi, giornalista investigativo di Rai Uno, Mister Caos, poeta di strada, gli Chef Alessandro Circiello e Loris Caporizzi.

PER ISCRIVERSI: https://www.time4child.com/il-progetto-feed-the-future/

PER ENTRARE IN PIATTOFORMA:

https://www.time4child.com/ :

Nei giorni dell’evento ci sarà in homepage un pulsante con scritto “Partecipa all’evento” che porterà direttamente nella login page per accedere.