Chiede il Green Pass all’imbarco dello Stretto di Messina, bigliettaio aggredito da autotrasportatore

Messina, chiede il Green Pass obbligatorio all'imbarco dei traghetti per la Calabria e viene aggredito da camionista

MeteoWeb

Nel pomeriggio di ieri, martedì 7 dicembre, all’imbarco del porto di Tremestieri (Messina) si è verificato un episodio spiacevole che ha richiesto l’intervento della Giardia Costiera e dei soccorritori del 118. Erano le 18:30 del pomeriggio quando un bigliettaio, a fronte della richiesta di controllo obbligatorio del Green Pass per l’imbarco, ha visto un autotrasportatore andare su tutte le furie. Essendo obbligatorio il controllo della certificazione verde per l’imbarco del mezzo, è stato necessario richiedere l’intervento del posto di guardia interforze, ma è stato proprio al loro arrivo che il camionista si è scagliato addosso al bigliettaio, e si è reso necessario il loro intervento per placare gli animi ed evitare il peggio.

L’episodio si è chiuso con l’intervento della polizia e di un’ambulanza che ha soccorso il bigliettaio in comprensibile stato di shock.
Gli episodi di aggressioni ai lavoratori portuali sono ormai sempre più frequenti – dichiara Nino Di Mento responsabile porti e logistica Uiltrasporti Messina – e la nuova normativa che impone al personale addetto il controllo del green pass agli autotrasportatori come obbligo per consentire l’imbarco, accentua i rischi di aggressioni per questi lavoratori, e per questo la Prefettura ha disposto in questa fase di controlli un presidio temporaneo di polizia presso il terminal Tremestieri che si è dimostrato in questo episodio di fondamentale importanza e che reputiamo debba essere mantenuto stabilmente anche in futuro per tutelare la sicurezza dei lavoratori portuali“.