Covid, boom di contagi in Catalogna: è la Regione più vaccinata della Spagna, da venerdì tornano coprifuoco e chiudono i bar

Covid, in Spagna aumentano i contagi: la Catalogna, nonostante un boom di vaccinati superiore al 90%, ha deciso di imporre il coprifuoco e chiudere bar e discoteche per tutto il periodo natalizio

MeteoWeb

La Catalogna ha annunciato nuove restrizioni alla vita pubblica, per arginare la rapida diffusione dei contagi da coronavirus. Da venerdì 24 dicembre, discoteche e bar saranno chiusi, la capienza di ristoranti, luoghi di intrattenimento e culturali sarà ridotta, così come il numero di partecipanti ad eventi privati, mentre entrerà in vigore il coprifuoco tra l’1 e le 6. Le misure, che ancora devono avere il vaglio della Corte Suprema della Catalogna, rimarranno in vigore per un periodo iniziale di 15 giorni. Nonostante una percentuale di vaccinati tra gli over 12 ha superato il 90%, i contagi sono in rapida risalita in tutta la Spagna. L’incidenza settimanale è attualmente di 377 casi per 100mila abitanti. Anche gli ospedali stanno tornando in affanno, con 1.442 pazienti da coronavirus in terapia intensiva e il 15,5 per cento dei posti disponibili occupati. Il premier Pedro Sanchez ha convocato un vertice d’emergenza in videoconferenza per mercoledì pomeriggio con i presidenti delle regioni autonome, per fare il punto della situazione sulla pandemia. La variante Omicron è da tempo circolante anche in Spagna e, secondo gli esperti, sarà presto predominante.