Drammatiche inondazioni in Malesia: almeno 46 morti, decine di migliaia di evacuati [FOTO]

Le forti piogge torrenziali, cadute soprattutto tra venerdì e sabato scorso sono state descritte come le più intense degli ultimi 100 anni

  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Fazry Ismail / Ansa
    Fazry Ismail / Ansa
  • Fazry Ismail / Ansa
    Fazry Ismail / Ansa
  • Fazry Ismail / Ansa
    Fazry Ismail / Ansa
  • Fazry Ismail / Ansa
    Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
  • Foto Fazry Ismail / Ansa
    Foto Fazry Ismail / Ansa
/
MeteoWeb

Si è aggravato il bilancio delle vittime delle inondazioni che negli ultimi giorni hanno colpito la Malesia, le peggiori registrate da diversi anni.
L’ultimo bilancio reso noto dalle autorità ha riportato 46 decessi, e 5 persone risultano tuttora disperse, mentre squadre della protezione civile hanno avviato le attività di pulizia straordinaria delle zone colpite dalle piogge torrenziali, che hanno bloccato i collegamenti stradali e costretto all’evacuazione decine di migliaia di persone.

Le forti precipitazioni, cadute soprattutto tra venerdì e sabato scorso sono state descritte come le più intense degli ultimi 100 anni.
Direi che il cambiamento climatico è un fattore importante nelle forti piogge di venerdì e sabato che hanno causato le inondazioni,” ha dichiarato a Channel News Asia Haliza Abdul Rahman, professore di ambiente alla Putra Malaysia University della Malesia. “Le inondazioni sono state descritte come un evento senza precedenti in 100 anni, ma molti come questo potrebbero accadere di nuovo negli anni a venire,” ha aggiunto Haliza.

La Malesia registra 2 stagioni delle piogge: una causata dal monsone di sud-ovest (maggio-settembre) e l’altra dal monsone di nord-est (ottobre-marzo), che è la più intensa e colpisce generalmente la parte orientale della penisola malese e il Borneo.