Formaggi e salumi contaminati richiamati dai supermercati italiani: allarme per salmonella e listeria

A chi ha già utilizzato i prodotti richiamati è consigliato, in caso di "sintomatologia tipo febbre, mal di testa, dolori muscolari" di contattare il proprio medico di base

MeteoWeb

Il Ministero della Salute ha pubblicato due differenti avvisi di richiamo per salami e formaggi contaminati rispettivamente da Salmonella e Listeria. In entrambi i casi, nei moduli pubblicati, si richiede a chi avesse già acquistato i prodotti di non consumare e restituire al punto vendita.

Ecco i prodotti e i lotti richiamati:

  • Salame a marchio Salumificio Zerbini Giovanni e Figli s.n.c., lotto n° 261021, data di scadenza 31/01/20222, venduto in unità da 420g.
  • Formaggio Entremont Terroirs & Sélection, lotti n° L 21327123; L 21328124; L 21329125, date di scadenza 4, 5, 6 Gennaio 2022, venduto in unità da 300g.

Tra le avvertenze del modulo di richiamo del formaggio si legge: “Coloro che hanno già consumato i prodotti e presentano una sintomatologia tipo febbre, mal di testa, dolori muscolari, si consiglia di contattare il proprio medico di base“.