Il Meteo in Veneto: spazi di sereno con calo delle temperature nei prossimi giorni

Domani probabili nebbie in pianura, specie a sud e nelle ore più fredde

MeteoWeb

Un vasto nucleo ciclonico d’aria fredda arriva da nord-ovest sull’Italia a inizio periodo per poi essere riassorbito da una saccatura il cui motore insiste sull’Europa nord-orientale, segue una temporanea rimonta anticiclonica da sud-ovest, infine giunge da nord-ovest un’ancor più significativa depressione con aria fredda; per il Veneto ne conseguono a inizio settimana ampi spazi di sereno con abbassamento delle temperature rilevate tra notte e primo mattino, poi più nubi e precipitazioni con culmine mercoledì sera quando cadrà della neve a quote abbastanza basse“: sono le previsioni meteo per il Veneto, contenute nel consueto bollettino elaborato dagli esperti Arpav.

Oggi cielo nel complesso irregolarmente nuvoloso, ma con maggior persistenza della copertura a nord-est e rasserenamenti da sud-ovest; specie a nord-est nel pomeriggio, possibilità di locali modeste precipitazioni, con eventuali fiocchi di neve in genere da circa 600-900 m sui versanti esposti alla pianura e da 300-600 m sulle zone interne; probabili parziali riduzioni della visibilità a bassa quota sull’entroterra, specie dalla sera.

Domani cielo nelle prime ore poco od al più parzialmente nuvoloso per locali addensamenti di nubi medio-basse stratificate, poi sereno o poco nuvoloso; probabili alcune nebbie in pianura, specie a sud e nelle ore più fredde.
Precipitazioni: Assenti, salvo sulle zone più a sud-est una probabilità in calo nelle prime ore da bassa (5-25%) a nulla o molto bassa (0-5%), eventualmente per qualche piovasco.
Temperature: Gelate diffuse sull’entroterra nelle ore più fredde; infatti i valori minimi sulla costa non varieranno molto, ma per il resto subiranno un calo, anche sensibile a nord-est; in molti casi essi verranno raggiunti a tarda sera; le massime subiranno in pianura un aumento, in quota una diminuzione e nelle valli contenute variazioni di carattere locale.
Venti: In quota moderati od occasionalmente tesi, dai quadranti nord-orientali; altrove in prevalenza deboli di direzione variabile, ma con locali fasi di moderato rinforzo dai quadranti settentrionali specie sulla costa, in particolare sulle zone più a sud-est ove più spesso soffierà un po’ di Bora.
Mare: A nord da mosso a poco mosso, infine anche quasi calmo sottocosta; a sud, da molto mosso a mosso.

Martedì 7 cielo in prevalenza poco nuvoloso, con temporanei modesti addensamenti e spazi di sereno anche ampi; possibili alcune nebbie in pianura durante le ore più fredde.
Precipitazioni: Assenti.
Temperature: Le minime diminuiranno un po’, specie in quota e sulla costa; le massime subiranno sulle zone montane contenute variazioni di carattere locale, su quelle pianeggianti una diminuzione.
Venti: In quota, da moderati a localmente e temporaneamente tesi dai quadranti nord-occidentali, in rinforzo e rotazione da quelli sud-occidentali nelle ultime ore; altrove deboli di direzione variabile, salvo una prevalenza da nord-est più che altro lungo la costa.
Mare: Inizialmente da mosso a poco mosso, poi da poco mosso a quasi calmo.

Mercoledì 8 cielo da molto nuvoloso ad almeno temporaneamente coperto; precipitazioni anche diffuse in arrivo da ovest, più diffuse e significative nel pomeriggio con dei rovesci, un po’ più consistenti sulle zone centro-settentrionali; potrà cadere della neve a fondovalle sulle zone montane, sui colli e almeno a tratti anche sulla pianura centro-settentrionale; le temperature minime in montagna aumenteranno, in pianura non varieranno molto; le temperature massime a sud-est aumenteranno, in quota e sul resto della bassa pianura subiranno contenute variazioni di carattere locale e altrove diminuiranno.

Giovedì 9 nuvolosità piuttosto estesa nelle prime ore, poi irregolare con alcune schiarite a partire dalla pianura; sono attese ancora delle precipitazioni, più che altro fino al mattino sulle zone montane, con un po’ di neve fino a fondovalle; le temperature minime sul Bellunese diminuiranno in modo anche sensibile, altrove subiranno contenute variazioni di carattere locale; temperature massime in aumento sulle zone centro-settentrionali, stazionarie o in leggero calo altrove.