Incendio a Beinasco: peggiora la qualità dell’aria, scuole chiuse anche domani

Incendio a Beinasco: peggioramento della qualità dell'aria nelle ultime ore, con la presenza di alcuni inquinanti che necessitano particolare attenzione

MeteoWeb

I tecnici dell’Arpa, che stanno monitorando costantemente la situazione, ci hanno segnalato che a causa dell’abbassamento delle temperature e dell’inversione termica, e’ avvenuto un peggioramento della qualita’ dell’aria nelle ultime ore, con la presenza di alcuni inquinanti che necessitano particolare attenzione”. Ad annunciarlo, nell’ultimo aggiornamento sulla situazione dovuta all’incendio di ieri alla Demap, il sindaco di Beinasco Daniel Cannati, che conferma la chiusura anche per domani, martedì 14 dicembre, “a scopo precauzionale“, di alcune scuole della cittadina alle porte di Torino. Nel dettaglio, si tratta delle scuole elementari Mei, Gramsci e De Amicis, delle materne Rodari e Aleramo, del nido Garelli e della scuola media Gobetti.

Si raccomanda nelle zone di Fornaci e Beinasco Centro, come gia’ in precedenti comunicazioni – scrive il sindaco sui social – di tenere le finestre chiuse e di uscire di casa solo se necessario, con utilizzo di mascherine Ffp2“.

Il primo cittadino sta tenendo sotto controllo la situazione insieme al Centro Operativo Comunale e rendera’ noti al piu’ presto eventuali nuovi sviluppi. Gli ultimi controlli effettuati con strumentazione automatica portatile fanno registrare a Beinasco, zona viale Risorgimento, COV (composti organici volatili) del valore di 220 ppb (parti per bilione). Ad Orbassano, nella zona limitrofa all’incendio, zona capannoni industriali i valori vanno da 235 a 255 ppb, secondo l’aggiornamento delle ore 18 di Arpa. L’odore, con l’inversione termica, aumenta ed e’ maggiormente percepito dalla popolazione rispetto alle ore centrali della giornata, riferisce sempre Arpa.